Emilia-Romagna, a Casola Valsenio un canile temporaneo per i cuccioli

A Casola Valsenio, vicino a Ravenna, Comune e LAV hanno allestito un canile temporaneo per i cuccioli dei cittadini sfollati.

Continuano i soccorsi agli animali alluvionati dell’Emilia-Romagna. A Casola Valsenio, piccolo paese in provincia di Ravenna, la Lega Antivivisezione (LAV) ha costruito un canile temporaneo per i cuccioli degli abitanti. Già, perché i cittadini del borgo isolato a causa delle frane hanno scelto di non lasciare le proprie case senza i pet. E così, il Sindaco Giorgio Sagrini e l’Assessore Flavio Sartoni, in collaborazione con gli ambientalisti, hanno allestito un rifugio nel vicino “Parco Pertini”.

La gestione di un canile temporaneo è abbastanza difficile, perché dal niente si devono realizzare le strutture. In questo caso, però, è stato fondamentale il supporto dei ragazzi di Casola Valsenio. I cuccioli vanno trattati poi come gli amici a quattro zampe di casa, apportando meno modifiche possibili alle loro abitudini quotidiane, così da fare subire loro meno stress possibile“, ha spiegato Beatrice Rezzaghi, Responsabile Unità d’Emergenza della Lega Antivivisezione (LAV).

Una bella storia che – nonostante tutto – ribadisce ancora una volta il legame indissolubile tra cani e umani.

Intanto, dopo avere fatto alcuni sopralluoghi nei territori allagati, lo staff di Essere Animali ha documentato una strage di bestiame negli allevamenti intensivi.