AttualitàClima

Emergenza climatica, Greenpeace appende uno striscione sopra Notre-Dame

Condividi

Gli attivisti di Greenpeace hanno innalzato uno striscione sopra la Cattedrale di Notre-Dame con la scritta “Clima:è tempo di agire!”, per incitare la Francia e le altre nazioni europee ad agire in modo concreto contro il cambiamento climatico.

Giovedì gli attivisti di Greenpeace hanno appeso uno striscione con la dicitura “Clima: tempo di agire!” da una gru che domina la cattedrale di Notre-Dame danneggiata dal fuoco a Parigi.

La Francia non sta facendo abbastanza per contrastare i cambiamenti climatici“, ha dichiarato Jean-Francois Juilliard, capo di Greenpeace France. “Ora è tempo di agire, ne abbiamo abbastanza di promesse e discorsi”.

“Tartarughe in viaggio”, il corto di Greenpeace per salvare gli oceani VIDEO

Le elezioni locali del mese scorso hanno visto un’impennata a sostegno del Partito Verde nelle principali città francesi. Il presidente Emmanuel Macron ha nominato un ecologista come Ministro dell’Ambiente questa settimana, ma Greenpeace ha messo in dubbio quanta influenza avrà sulla politica.

Elezioni, il trionfo dei Verdi in Francia. Jadot: “Ha vinto stasera la volontà di un’ecologia concreta”

L’Organizzazione meteorologica mondiale (OMM) ha dichiarato in una relazione di giovedì che la Terra continuerà a riscaldarsi nei prossimi cinque anni e che le temperature globali potrebbero temporaneamente salire a oltre 1,5 gradi Centigradi rispetto ai livelli preindustriali.

La Cattedrale di Notre-Dame è ancora in fase di ricostruzione, dopo lo spaventoso incendio che ha devastato la guglia di legno della chiesa l’aprile scorso.

Incendio a Notre Dame, Parigi. Crollano guglia e tetto VIDEO

(Visited 20 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago