Breaking News

Elon Musk: “Tesla non accetterà più pagamenti in Bitcon, sono dannosi per l’ambiente”

Condividi

Citando le preoccupazioni sull’impatto ambientale del mining di Bitcoin, il fondatore di Tesla Elon Musk ha twittato mercoledì che la società ha sospeso gli acquisti di veicoli utilizzando la criptovaluta.

Tesla ha sospeso gli acquisti di veicoli utilizzando Bitcoin, citando preoccupazioni per l’effetto della criptovaluta sul clima, ha annunciato su Twitter il CEO dell’azienda Elon Musk.

“Siamo preoccupati per il rapido aumento dell’uso di combustibili fossili per l’estrazione e le transazioni con Bitcoin, in particolare il carbone, che ha le peggiori emissioni di qualsiasi carburante“, ha scritto Musk mercoledì.

 


Bitcoin, la più grande valuta digitale al mondo per capitalizzazione di mercato, è sceso di quasi l’8% dopo il tweet secondo i dati dell’exchange di criptovalute Coinbase.

“La criptovaluta è una buona idea a molti livelli e crediamo che abbia un futuro promettente, ma questo non può avere un costo così grande per l’ambiente“, ha scritto Musk.

Tesla, la promessa: “I nostri supercharger alimentati solo da fonti rinnovabili”

Il capo di Tesla e SpaceX è un fervente sostenitore delle criptovalute e quest’anno ha ispirato grandi oscillazioni di mercato nei prezzi delle monete digitali, inclusi Bitcoin e Dogecoin.

A gennaio per esempio, il valore dei Bitcoin è cresciuto quando Musk ha pubblicato #bitcoin sul suo feed Twitter.

Poiché i Bitcoin hanno raggiunto valori incalcolabili quest’anno, gli attivisti del clima hanno lanciato l’allarme per le notevoli quantità di energia consumata dall’estrazione di Bitcoin, il cosiddetto mining.

L’estrazione di Bitcoin consuma ogni anno la stessa quantità di elettricità dell’intero paese dell’Argentina, stimano i ricercatori dell’Università di Cambridge, con la Cina che rappresenta circa il 65% dell’estrazione di Bitcoin a livello globale.

 


Quell’impronta di carbonio è in contrasto con il sostegno di Musk all’energia pulita.

Sostenibilità, le Gigafactory di Tesla sono le fabbriche del futuro

Nel suo tweet di mercoledì, Musk ha detto che in ogni caso Tesla non venderà nessuno dei suoi Bitcoin e che il produttore di veicoli elettrici intende continuare a utilizzare la criptovaluta per le transazioni “non appena il mining passerà a un’energia più sostenibile”.

Ha anche affermato che Tesla sta cercando criptovalute più efficienti dal punto di vista energetico

(Visited 54 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago