PoliticaRomaVideo

Elezioni Roma, all’incontro promosso da TeleAmbiente il sì di Gualtieri ad Ecodigital e PAESC. Bianchi e Pecoraro Scanio apprezzano

Condividi

Nell’incontro “Transizione Ecologica e Digitale: dialogo per una capitale smart” organizzato da TeleAmbiente martedì 12 ottobre al Palazzo Brancaccio, Roma, è intervenuto Roberto Gualtieri, candidato sindaco, per un confronto con le due principali liste ecologiste delle due coalizioni Sinistra civica Ecologista e Roma Ecologista.

“Ringrazio TeleAmbiente e la lista Roma Ecologista e sono contento di questa opportunità di dialogo. Stiamo parlando di temi su cui la convergenza è reale e profonda e, proprio perché la visione è in sintonia, è importante avere delle proposte per implementarla. – afferma Roberto Gualtieri nel corso del dibattito –  Mettere al centro la sostenibilità e il digitale, il clima e l’ambiente, dai trasporti all’energia: da questo punto di vista avere un dialogo è naturale. Daremo seguito ad iniziative positive dell’amministrazione Raggi come il PAESC e il PUMS”.  

“Per noi sono temi centrali e non irrealizzabili e lo dobbiamo fare tramite una cittadinanza consapevole. Dalle comunità energetiche che vanno fatte subito ad una mobilità sostenibile che deve essere smart e digitale. – aggiunge Gualtieri e conclude – La sfida delle città è del futuro e del pianeta: una città va governata per trasformarla, non solo amministrata. Possiamo migliorare la qualità della vita e del pianeta. Più saremo aiutati dalla società più questa accelerazione ecologica intelligente potrà realizzarsi. Noi ce la metteremo tutta e vi chiediamo di aiutarci”.

Elezioni Roma, TeleAmbiente insiste su Ecogital: il 12 ottobre incontro con Gualtieri al Brancaccio


Hanno partecipato al dibattito Alfonso Pecoraro Scanio, presidente fondazione UniVerde, e il capolista di Roma Ecologista, Alessandro Bianchi, che hanno apprezzato l’adesione di Gualtieri al progetto ecodigital.

“Ringrazio TeleAmbiente per questa occasione di dialogo. – afferma Alfonso Pecoraro ScanioGià prima del primo turno avevamo detto con chiarezza che gli ecologisti non sarebbero mai stati dalla parte di questa destra ed è evidente che apprezziamo le parole di Roberto Gualtieri. Pensiamo che i temi di una città ecologica e digitale ma anche di realizzare al meglio l’Expo 2030 proposto dalla Raggi, siano cose importanti”.

“Ci confortano le parole di Gualtieri, per noi è importante un’attenzione a questi contenuti, all’impegno del Green Deal di Roma e ad un uso trasparente delle risorse del PNRR”, commenta Alessandro Bianchi.

Nel corso del dibattito è intervenuto anche Enrico Gasbarra, storico rappresentante PD, che ha riconosciuto i meriti della Raggi: “Ha contribuito a dare un percorso di legalità a questa città, di aver inciso su temi come la mobilità ed interventi sulle municipalizzate che noi dobbiamo riprendere. E’ una città che si governa mettendo insieme il buono e allontanando la rabbia. Roma deve ritrovare il senso di comunità, è stata grande per questo”.

“Se non è ancora una dichiarazione di voto ufficiale come quella di Conte è un passo verso Gualtieri. – commenta il direttore responsabile di TeleAmbiente, Stefano Zago, promotore dell’iniziativa – Siamo contenti di aver avviato un dialogo su temi concreti per il futuro Ecodigital della Capitale con questo incontro tra le due principali liste ecologiste delle due coalizioni Sinistra civica ecologista e Roma Ecologista”.

Sono intervenuti anche la senatrice Loredana De Petris e Paolo Cento. Presenti in sala il senatore Sandro Ruotolo, Angelo Consoli, direttore dell’Ufficio Europeo di Jeremy Rifkin, il presidente della lista Gualtieri, Paolo Sarzana, l’ex deputata Paola Balducci.

Tra i candidati della lista Roma Ecologista presente anche Alessandro Cardente e i più giovani della lista: Anouar Jamali, Luca Franceschetti e Maria Rosito.

(Visited 117 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago