Virginia Raggi, candidata sindaca di Roma: “Il supporto della lista Roma Ecologista è fondamentale perché abbiamo bisogno di moltiplicare i progetti per far diventare Roma leader della transizione ecologica e digitale”.

Oggi giovedì 26 agosto è stata presentata nei giardini di Piazza Vittorio, Roma, la lista Ecodigital “Roma Ecologista” in sostegno di Virginia Raggi. Hanno partecipato alla presentazione la candidata sindaca di Roma Virginia Raggi, i candidati della lista Alessandro Bianchi, Lapo Sermonti, Alessandro Cardente,  il presidente della Fondazione Univerde Alfonso Pecoraro Scanio e Stefano Zago, portavoce della lista e direttore di TeleAmbiente.

Tra gli altri candidati presenti oggi l’attrice e Content Creator Valeria Zazzaretta, l’architetto Martina Mattera, l’imprenditrice Maria Rosito, l’attivista dei Friday for Future Luca Franceschetti, il ventunenne Digital Expert Anouar Jamali, l’esperta di tutela dell’infanzia Alessandra Abbondandolo, Giacomo Balestrieri, ingegnere d’indirizzo biochimico, con una lunga esperienza nel campo dell’energia.

La sostenibilità deve essere la chiave di lettura di tutte le azioni politiche, nella mobilità, nella rigenerazione urbana, già avviata, e in termini di inclusione sociale. Abbiamo tutti i settori della città che sono stati piano piano trasformati in un senso più sostenibile e digitale. – ha dichiarato la sindaca di Roma, Virginia Raggi, nel corso della presentazione – A riconoscerlo anche le classifiche, come la ICity Rank Index, con Roma al quarto posto. Credo che il supporto della lista Roma Ecologista sia fondamentale perché abbiamo bisogno di moltiplicare i progetti per far diventare Roma leader della transizione ecologica e digitale”.  

Roma Ecologista, la lista green ed innovatrice per Virginia Raggi. Pecoraro Scanio: “Una bella novità”

Alessandro Bianchi, capolista ed ex ministro del governo Prodi 2: “Volevamo essere presenti in campagna elettorale con queste tematiche su cui la sindaca Raggi ha già lavorato in questi anni. Dobbiamo ripartire da qui con un programma più serrato e incisivo nella prossima sindacatura e far vedere ai romani cosa significa una svolta ecologista”.

Nei prossimi giorni verrà presentato il programma della lista Roma Ecologista. Tra i capisaldi ambiente e territorio, dove centro e periferia sono intesi come unica città, risolvendo i problemi relativi a collegamenti e mobilità.

Lapo Sermonti, vicino ad Alessandro Di Battista con il quale ha scritto la proposta di servizio civico ambientale: “Nella nostra linea c’è l’adattamento al cambiamento climatico. Roma è adesso il comune più grande d’Europa dopo la Brexit e abbiamo grandissime opportunità dovute alla vastità del territori,a partire dalla riforestazione ambientale. Per quanto riguarda la mitigazione del cambiamento climatico ci stiamo basando sul PAESC (Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima) di cui Roma è stata una delle prima città a dotarsi. Stiamo stabilendo le migliori strategie per raggiungere l’obiettivo del 51% della riduzione delle emissioni di CO2 entro il 2030. Roma deve essere d’esempio al resto del comuni d’Italia”.

Da Roma al Circeo in bici, ora si può: una ciclovia immersa nella natura sarà inaugurata il 29 agosto

Stefano Zago, portavoce e direttore TeleAmbiente: “È necessario che la transizione ecologica e la trasformazione digitale si sviluppino di pari passo in tutti i livelli politici. Roma può diventare una best practice a livello mondiale della sostenibilità”.

Alfonso Pecoraro Scanio, presidente Fondazione Univerde: “Sono contento di sostenere questa lista ecodigital. Spero che si possano affrontare le emergenze che ci sono con più determinazione. Tra i candidati sindaci presenti credo che la Raggi sia stata quella che più ha dimostrato attenzione al Green New Deal di Jeremy Rifkin. Lo stesso Angelo Consoli, direttore dell’ufficio europeo di Jeremy Rifkin, è il garante sui temi del Green Deal di questa lista, e Jacopo Mele, uno dei giovani under 30 europei di Forbes, è il garante del digital. Nel 2021 bisogna innovare e per farlo c’è bisogno dei ragazzi: il candidato più giovane della lista ha 21 anni”.

Alessandro Cardente, ex presidente del Municipio IV con Veltroni sindaco: “Oggi noi dobbiamo parlare di tematiche ambientali con un linguaggio e un pensiero nuovo. Usciamo dalla pandemia, come ripartiranno le città? Dobbiamo essere pronti ad intervenire anche con scelte ecologiche e di riqualificazione. Bisogna pensare ad una smart city digitalizzata. La nostra lista porta delle competenze, oltre a quelle dei candidati, anche di un gruppo di lavoro che proviene dal mondo ambientalista”.

LISTA CANDIDATI

La call per la candidatura alla lista comunale si è conclusa con una grande partecipazione da parte degli under 35. Tra questi Luca Franceschetti, già portavoce dei Fridays for Future; Anouar Jamail, 21 anni, Digital Expert, che ha collaborato alla realizzazione del sito del Ministero dell’Istruzione; Valeria Zazzaretta, 30 anni, attrice, Content Creator, vincitrice del contest “Bellezze di Roma”; Andrea Batticani, fondatore del primo acceleratore di start up green in Italia.

Tra le novità Francesco Mezzatesta, storico presidente della Lipu, l’architetto Vincenzo Pultrone e Andrea Gasparini, capolista al municipio di Ostia.

Articolo precedenteGiornata mondiale del cane, in tutto il mondo almeno 200 milioni di randagi: “Adottateli, non comprate”
Articolo successivoIncendi, Russia sempre più in ginocchio: i roghi si estendono alle regioni centrali