Elezioni, gli esperti del clima valutano i programmi dei partiti. Il punto del prof. Vacchiano

84
0

Tra i 20 esperti c’è anche il docente dell’Università Statale di Milano, che spiega: “Abbiamo considerato solo la mitigazione, nessun partito ha raggiunto la sufficienza”.

Elezioni, gli esperti del clima valutano i programmi dei partiti. La collaborazione tra Italian Climate Network e Climalteranti ha promosso il progetto sull’indice di impegno climatico in vista del 25 settembre. Tra i venti scienziati ed esperti c’è anche il prof. Giorgio Vacchiano, docente di Gestione e pianificazione forestale dell’Università Statale di Milano.

GUARDA LO SPECIALE COMPLETO

Professore, quali sono i criteri che avete utilizzato per valutare l’impegno dei partiti verso il contrasto alla crisi climatica?

Partiamo da una premessa: abbiamo considerato soprattutto la mitigazione del cambiamento climatico, quindi ad esempio la riduzione delle emissioni e dei combustibili fossili. Non abbiamo considerato altri aspetti importanti come la conservazione della biodiversità, l’adattamento climatico e il consumo di suolo.
Abbiamo utilizzato dieci criteri, con un punteggio da zero a dieci, per capire quanto efficaci siano le politiche di lotta al cambiamento climatico nei vari programmi. Abbiamo cercato di capire quanto siano centrali o marginali nei programmi, ma anche trasversali. Alcune proposte interessano tanti settori diverse, altre invece pochi punti o solo un paragrafetto. Il cambiamento climatico non viene citato, in alcuni casi, quando si parla di economia e lotta alla povertà e alle disuguaglianze. Abbiamo poi valutato la coerenza con le politiche internazionali, come le direttive dell’Ipcc per rispettare gli accordi di Parigi o quelle del Green Deal Ue. Alcuni partiti vogliono renderle più ambiziose, altri le vorrebbero rinegoziare. C’è un giudizio sulla quantità di investimenti pubblici per la mitigazione climatica e sull’equità e sulla disuguaglianza“.

Ci sono delle buone notizie?

Altri due criteri sono stati il negazionismo e l’inattivismo, cioè chi nega i cambiamenti climatici e chi invece minimizza il problema o propone soluzioni poco efficaci. La buona notizia è che sull’inattivismo quasi tutti i partiti hanno ottenuti risultati molto alti: per la prima volta, tutti confermano che il cambiamento climatico esiste, che è un problema urgente che la politica deve affrontare e che ci sono delle soluzioni. Il dibattito è molto intenso, proprio perché le soluzioni sono molto varie“.

Quali partiti hanno ottenuto punteggi maggiori?

La tendenza è chiara: da sinistra a destra, il punteggio scende. Il partito che ha ottenuto il punteggio maggiore è l’Alleanza Verdi-Sinistra, mentre il punteggio più basso è della coalizione di destra. Va detta una cosa: la sufficienza non è al punteggio 6, ma a 10. Nessun partito la raggiunge, solo l’Alleanza Verdi-Sinistra ci si avvicina, raggiungendo il 9,3.“.

Passando dal punto di vista quantitativo a quello qualitativo, ci sono aspetti importanti che emergono dalla vostra valutazione?
I partiti, generalmente, hanno ottenuto il punteggio più basso per quanto riguarda la fuoriuscita dai combustibili fossili. Si tratta di una misura necessaria se vogliamo centrare gli obiettivi dell’Accordo di Parigi, ma che tutti i partiti fanno fatica a comprendere o a voler inserire nei programmi“.

Qual è, in sintesi, il risultato della vostra valutazione?
Al progetto hanno partecipato venti diversi esperti, tutti con posizioni ed opinioni, anche politiche, eterogenee. La valutazione è quindi abbastanza affidabile per quanto riguarda la mitigazione della crisi climatica. È solo uno degli indicatori in base a cui dovremmo esprimere il nostro voto, ma è chiaro che ci sia una differenza tra i diversi partiti. Sta a noi cercare di comprendere le differenze e l’efficacia delle soluzioni proposte, per poi scegliere per il meglio“.

Articolo precedente“Lucio Dalla. Anche Se Il Tempo Passa”, fino al 6 gennaio la mostra presso l’Ara Pacis
Articolo successivoAborto, oltre 80% di obiettori di coscienza in alcuni ospedali del Lazio