elezioni sergio costa luigi di maio claudio lotito

Alcune curiosità sui risultati delle urne.

Elezioni, le curiosità sui risultati delle urne. Fa molto clamore la mancata rielezione di Luigi Di Maio, ministro degli Esteri uscente ex M5S e ora leader di Impegno Civico, nel collegio di Napoli Fuorigrotta 2 per la Camera. Di Maio, con il 24,3% dei voti, è stato infatti sconfitto dall’ex ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, candidato dal Movimento 5 Stelle (40,5%). Seguono Maria Rosaria Rossi (centro-destra, 22,2%) e Mara Carfagna (Azione, 6,7%).

Lotito diventa senatore

Ce l’ha fatta invece Claudio Lotito: il presidente della Lazio, candidato per il centro-destra in Molise, ha vinto la sfida nel collegio uninominale in Senato. “I molisani hanno recepito i miei sentimenti autentici, non saranno traditi perché lo meritano, questa terra fantastica è stata troppo dimenticata negli ultimi anni e ha bisogno di una voce in Parlamento“, le parole di Lotito, che nell’ultimo mese ha soggiornato in un albergo di Campobasso.

Centro-sinistra, addio ai ‘seggi sicuri’

La sconfitta del centro-sinistra è tangibile anche in quelli che un tempo erano dei ‘feudi’. Crolla anche la certezza dei ‘seggi sicuri‘: in Toscana, l’ex presidente della Regione, Enrico Rossi (Pd), è stato sconfitto (33,9% contro il 40,7%) da Fabrizio Rossi, vicesindaco di Grosseto e coordinatore regionale di FdI.
Male in Toscana anche Andrea Marcucci (Pd), sconfitto in Senato da Manfredi Potenti (FdI), con un 32,9% a fronte di un 39,1% per il candidato del centro-destra.
In Lombardia, addio definitivo alla ‘Stalingrado d’Italia’: a Sesto San Giovanni, Emanuele Fiano (Pd) ha ottenuto solo il 30,9% contro il 45,4% di Isabella Rauti (FdI). Sempre in Lombardia, schiacciante la vittoria di Daniela Santanchè (FdI) cha ha ottenuto il 52,2% contro il 27,4% di Carlo Cottarelli (Pd).
Al centro-sinistra va male anche in Emilia-Romagna, ad eccezione delle aree interne. A Modena, ad esempio, Aboubakar Soumahoro, sindacalista dei braccianti candidato dall’Alleanza Verdi-Sinistra, è stato sconfitto da Daniela Dondi per pochi voti (36% contro 37,4%).
Nel Lazio, invece, Ester Mieli, con il 37,1%, ha superato Monica Cirinnà (31,2%).

In Toscana eletta Ilaria Cucchi

Nel collegio Lazio 2, il ‘derby’ tra Emma Bonino e Carlo Calenda si è concluso con la vittoria della candidata di +Europa (33,2% contro 14%). Tra i due litiganti, però, il terzo gode: ad essere eletta è Lavinia Mennuni di FdI, con il 36,3% dei voti.
Chi è riuscita ad essere eletta è invece Ilaria Cucchi: in Toscana, la candidata dell’Alleanza Verdi-Sinistra ha avuto la meglio su Federica Picchi Roncali di Fratelli d’Italia, con un margine di circa il 10%.

Previous articleElezioni, la vittoria di Giorgia Meloni e del centro-destra vista dalla stampa estera
Next articleReferendum in Svizzera, gli allevamenti intensivi resteranno aperti