Roma. Elezioni 2018. Terza proiezione SWG, al 60% sui voti realmente scrutinati al Senato.

Siamo quindi a dati sempre più attendibili.

Arriva il dato clamoroso del M5S che arrivano al 32,3% al Senato dove avevano un gap generazionale notevole, non potendo contare sul voto under 25.

Crollano anche le aspettative di Forza Italia che scende al 14.5, con Fratelli d’Italia al 4,2% ma è la Lega che col 17,5% coglie il primato nel centrodestra.

E comunque anche davanti ad un risultato non eccellente del Centrodestra che comunque arriva al 37.40 ad un tiro di schioppo dalle vittoria nonostante il flop di Forza Italia.

E’ chiaro che adesso bisognerà attendere il voto alla Camera per capire il senso complessivo del voto del 4 marzo.

E va anche considerato che sommando le percentuali dei 5 Stelle e della Lega, ovvero dei partiti cosiddetti populisti si arriverebbe al 50%.

E quindi si vedrebbe una possibile, teorica maggioranza di governo,

Il Pd con la proiezione di SWG al Senato andrebbe verso una vera Caporetto al 18.9% con un dato complessivo di coalizione al 22.9%.

In grande sofferenza LeU che scivola al 3,3%, quasi al limite della sopravvivenza.

Si ricorda che il dato di affluenza alle ore 19 dava il primato all’Emilia col 66% e la maglia nera alla Sicilia col soltanto il 47, 06%.

Alle 23 il dato di affluenza veniva aggiornato al 73,96%, con la Calabria che scivola al 62,54%.

Articolo precedenteELEZIONI 2018, AFFLUENZA ORE 23. TERZA ED ULTIMA RILEVAZIONE. AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE
Articolo successivoELEZIONI 2018, VOTO CAMERA, M5S 32.3%, CENTRODESTRA 36,9%, CROLLA PD 18.7%, LeU3,4%. RENZI SI DIMETTE?