EKOPLAZA AMSTERDAM, ARRIVANO I SUPERMERCATI CON PRODOTTI PLASTIC FREE

Ekoplaza Amsterdam. Di Erika Olimpio. Nella catena olandese di supermercati Ekoplaza  dal 28 febbraio sono in vendita soltanto prodotti plastic-free allestendo l’intero reparto con circa settecento articoli conservati in contenitori di vetro, metalli o materiale compostabile.

Ekoplaza, nata come supermercato di soli cibi biologici, ha deciso di dare un’altra grande mano all’ambiente, estendendo questo progetto di abolizione della plastica a tutti i suoi 74 punti vendita olandesi entro la fine dell’anno.

“Abbiamo trovato un’alternativa amica dell’ambiente, in forma di innovativi materiali biodegradabili. Abbiamo fatto il primo passo verso un mondo senza plastica. E da oggi non dovrete preoccuparvi: quello che vedrete è tutto ciò che acquistate.” Questo lo slogan che si può leggere sul sito web dell’azienda; https://www.ekoplaza.nl/

I 680 prodotti del reparto includono carne, riso, salse, latticini, cioccolato, cereali, yogurt, snack, frutta fresca e verdura e non sono più costosi di quelli conservati nella plastica, assicurano gli organizzatori della campagna.

“Per decenni i commercianti hanno sostenuto che il cibo non poteva essere conservato senza plastica .  Abbiamo quindi messo a tacere questa bugia. Finalmente  intravediamo un futuro dove il pubblico ha una scelta tra prodotti in imballaggi plastici e senza.” ha affermato Sian Sutherland, co-fondatrice di A Plastic Planet, il gruppo ambientale che ha realizzato il progetto a Ekoplaza.

Hans Van Mierlo, marketing manager della catena olandese ha aggiunto, “Ciò che abbiamo costruito è fattibile e conveniente per i clienti. Per noi è qualcosa che si adatta alla nostra visione. Ma potrebbe essere una lunga strada da percorrere per altre catene di supermercati».

Nonostante non sia un cambiamento facile, ora che la plastica ha invaso l’ambiente e contaminato seriamente gli oceani, qualcosa finalmente sembra muoversi. Il Primo Ministro britannico Theresa May ha infatti inserito nel piano ambientale del suo governo il progetto plastic-free nei supermercati. Apre così le danze Iceland, catena specializzata in cibo surgelato, che si è prefissata di eliminare gli imballaggi di plastica dei suoi prodotti entro il 2023.

Anche la Commissione Europea ha stilato nuove strategie: tutti gli imballaggi in plastica verranno riciclati entro il 2030, il consumo usa e getta di questa verrà ridotto e l’uso internazionale di materiali microplastici verrà ristretto.

E non solo. Da inizio anno in Gran Bretagna è stata fissata una tassa di 22 pence all’acquisto di bevande sia in lattina che in bottiglia di plastica. La tassa verrà restituita quando il cliente riporterà al negozio i vuoti. Perché in Italia una proposta del genere è improponibile? Mancanza di idee. Di senso civico. O semplicemente una ignoranza che arriva alla malafede?

(Visited 138 times, 1 visits today)

Leggi anche

Call Now ButtonDiventa Green!