compagnie aeree greenwashing

La ong ambientalista ha pubblicato un rapporto in cui analizza le misure anti-CO2 di 7 compagnie aeree e nessuna pare seguire gli standard necessari per azzerare le emissioni

Nessuna tra le sette maggiori compagnie aeree europee (Lufthansa, Air France-KLM, International Airlines Group – IAG, Ryanair, easyJet, SAS e TAP Air Portugal) segue gli standard necessari per azzerare le emissioni climalterante. In altre parole, quella di EasyJet, Ryanair and CO. sarebbe solo greenwashing.

È l’accusa mossa dalla ong ambientalista Greenpeace che ha commissionato un rapporto in cui è stato analizzato l’impegno climatico delle 7 principali compagnie aeree europee.

Ciò che emerge dallo studio è che nessuna delle sette compagnie abbia adottato misure sufficienti per ridurre le emissioni di gas serra in linea con gli accordi di Parigi.

“Gli impegni di queste compagnie per tagliare le proprie emissioni nei prossimi anni si basano principalmente su soluzioni false e inefficaci, come la compensazione di CO₂ o i cosiddetti ‘combustibili sostenibili per l’aviazione’. Nessuna delle società si è data l’obiettivo di azzerare realmente le proprie emissioni”, si legge in una nota di Greenpeace.

Le enormi emissioni delle compagnie aeree europee 

Il settore dell’aviazione civile è uno dei più inquinanti del Pianeta a causa della forte dipendenza dal petrolio. Eppure anche i grandi vettori europei sono chiamati a fare la loro parte per ridurre le emissioni di CO2 e altri gas climalteranti provocate dagli spostamenti aerei.

Eppure – è l’accusa di Greenpeace – nessuna delle aziende si sta impegnando veramente. “Nel 2019 – si legge nella nota – queste sette compagnie aeree europee sono state responsabili da sole di 170 milioni di tonnellate di emissioni di gas serra, più delle emissioni annuali totali dei paesi scandinavi (Norvegia, Svezia, Danimarca e Finlandia) messi insieme”.

Il settore, dunque, “preferisce puntare su greenwashing e false soluzioni per distrarre le persone – a iniziare dai passeggeri – dalle loro emissioni sbalorditive e dalla mancanza di seri obiettivi climatici e di riduzione degli impatti dei voli aerei”.

 

Articolo precedenteOvershoot day globale 2022, ecco quando l’umanità inizierà a consumare in debito
Articolo successivoBandiere verdi, ecco la lista delle spiagge a misura di bambino