AttualitàBreaking News

DONNE E AMBIENTE, IL PREMIO WANGARI MAATHAI ALLE ATTIVISTE DEL NOSTRO PAESE

Condividi

Donne e ambiente. In occasione dell’8 marzo anche quest’anno è stato assegnato il Premio Donne Pace Ambiente Wangari Maathai, gunto alla sua settima edizione, alle attiviste ambientali del nostro Paese.

Sono donne e madri in prima linea per la difesa dei territori dagli impatti di grandi opere e di contaminazioni scelte per l’assegnazione del premio in ricordo di Wangari Maathai, la prima donna africana a ricevere il Nobel per la Pace nel 2004, attivista ambientale convinta che solo a partire da una società basata su uno sviluppo sostenibile fosse possibile costruire la pace.

Esiste un esercito di donne che ogni giorno combatte battaglie a tutela di tutte e tutti noi. Quattro i premi assegnati ogni anno: acqua, aria, terra e fuoco ed  un premio speciale  assegnato alla Casa Internazionale delle Donne, luogo simbolo e riferimento delle battaglie femministe della Capitale e di tutto il Paese. Come premio è stata donata alla Casa un’opera dello street artist Mauro Sgarbi, dedicata ad alcune delle più importanti attiviste ambientali a livello mondiale.

Il premio è stato assegnato a singole donne  in rappresentanza dei propri comitati. Sono state scelte quattro battaglie come simbolo di tutte le battaglie ambientali. Il 2018 è stato l’anno delle Mamme No Tap, in prima linea contro la mega infrastruttura energetica in costruzione in Salento, con l’assegnazione del premio Fuoco a Serena Fiorentino. Il premio Terra all’Osservatorio Popolare Val D’Agri per l’impegno contro i pesanti impatti dell’estrazione petrolifera in Basilicata, attraverso il riconoscimento assegnato ad Isabella Abate. Premio Aria alle donne di Rifiutiamoli, il comitato della battaglia contro il revamping degli inceneritori di Colleferro, ritirato da Ilaria Giacomi. E alle Mamme No Pfas che attraverso Giovanna Dal Lago hanno ricevuto il premio Acqua per la battaglia contro i veleni nelle acque del Veneto.

Un premio per celebrare le donne, le loro battaglie, i loro progetti, la loro forza ed il loro impegno per il nostro futuro e quello delle prossime generazioni.

(Visited 215 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago