Entra nella task force prevista per la fase 2 e guidata da Vittorio Colao Donatella Bianchi, presidente del Wwf Italia. E dopo le polemiche per la scarsa presenza femminile nei comitati scientifici sono state inserite altre donne arrivando a quota 11.

L’ambiente entra nella task force con la presidente del Wwf Italia e del Parco Nazionale delle Cinque Terre Donatella Bianchi, nominata nel comitato di esperti diretto da Vittorio Colao.

Il premier Giuseppe Conte, dopo le polemiche per la scarsa presenza femminile nei comitati scientifici per l’emergenza coronavirus, integra la task force di Vittorio Colao con altre cinque donne e quella della Protezione civile con sei. Una decisione accolta con soddisfazione dalla maggioranza che, con una mozione discussa oggi in Senato, chiede anche di tutelare il lavoro di tutte quelle donne che, con le scuole chiuse e i figli a casa, hanno difficoltà a portare avanti la loro attività.

Ecobonus e sismabonus al 120%, le novità del Dl Maggio contro il Coronavirus

Oltre a Donatella Bianchi, il Comitato di esperti sarà integrato da :

  • Enrica Amaturo, professoressa di sociologia all’Università degli Studi di Napoli Federico II;
  • Marina Calloni, professoressa di Filosofia politica e sociale dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca e fondatrice di ‘Adv – Against domestic violence’, il primo centro universitario in Italia dedicato al contrasto alla violenza domestica;
  • Linda Laura Sabbadini, direttrice centrale dell’Istat;
  • Maurizia Iachino, dirigente di azienda.

Allo stesso modo, il capo della Protezione civile Angelo Borrelli, su proposta del presidente del Consiglio, integrerà il Comitato tecnico-scientifico con altre sei personalità:

  • Kyriakoula Petropulocos, direttrice generale Cura della persona e welfare della regione Emilia Romagna;
  • Giovannella Baggio, già ordinario di Medicina interna e titolare della prima cattedra di Medicina di genere in Italia, attualmente presidente del Centro studi nazionale di salute e medicina di genere;
  • Nausicaa Orlandi, presidente della Federazione nazionale degli ordini dei chimici e dei fisici ed esperta di sicurezza sul lavoro;
  • Elisabetta Dejana, biologa a capo del programma di angiogenesi dell’istituto di Oncologia molecolare di Milano e capo dell’unita’ di Biologia vascolare nel Dipartimento di immunologia, genetica e patologia dell’Università di Uppsala, in Svezia;
  • Rosa Marina Melillo, professoressa di Patologia generale presso Il Dmmbm dell’Universita’ “Federico II” di Napoli;
  • Flavia Petrini, professoressa di Anestesiologia presso l’Universita’ degli studi G. D’Annunzio di Chieti-Pescara e direttrice dell’Unita’ operativa complessa di anestesia, rianimazione e terapia intensiva dell’Ospedale Santissima Annunziata di Chieti.

Chi è Donatella Bianchi

E’ stata inviata speciale per Sereno Variabile oltre che conduttrice della rubrica Tgr Italia Agricoltura su Rai3. Dal 1997 è iscritta all’Albo dei Giornalisti Professionisti. Dal 1999 conduce Linea Blu – Vivere il mare facendo sognare i telespettatori. Nel 2009 esce il suo primo libro Storie dal mare, mentre dal 2014 è presidente del WWF Italia e direttrice del Parco Nazionale delle Cinque Terre.

Coronavirus, le città lavorano ad una ripartenza “green” con aree pedonali e piste ciclabili

Si tratta di una nomina sicuramente inaspettata e della quale ringrazio il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Confesso che mi sento particolarmente responsabilizzata perché l’emergenza sanitaria legata al Covid-19 e le conseguenze che ne sono derivate rappresenta per il nostro Paese un momento di grande difficoltà per molte persone“, dice Donatella Bianchi all’Adnkronos. 

La nomina Bianchi è una prima risposta alla nostra sollecitazione su un maggiore impegno per l’ambiente. Ora serve uno stop al festival del monouso“, Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della Fondazione Univerde. Adesso, sottolinea Pecoraro Scanio, “mi aspetto un chiaro provvedimento che favorisca le mascherine riutilizzabili e riciclabili e uno stop alla moltiplicazione del monouso anche senza reali ragioni sanitarie

La nomina della presidente del WWF Italia Donatella Bianchi all’interno del comitato di esperti diretto da Vittorio Colao è la scelta giusta, perché premia competenza e visione. – commenta il direttore Generale del WWF Italia Gaetano Benedetto  – Le scelte che faremo dopo la crisi sanitaria ed economica che stiamo vivendo -aggiunge – saranno determinanti per il nostro futuro: è il momento di scelte innovative per ristabilire un corretto rapporto tra uomo e natura, per razionalizzare l’uso delle risorse, per favorire davvero produzione sostenibili, per promuovere veri modelli di consumo responsabili e quindi attenti non solo all’ambiente ma anche ad un’etica sociale, così come ormai da più parti richiamato, dalle Nazioni Unite a Papa Francesco”.

Coronavirus, mascherine e guanti diventano un problema per l’ambiente

Quello del presidente Conte è un riconoscimento importante alle ragioni dell’ambiente e della sostenibilità di cui da anni Donatella è una straordinaria portavoce, ben oltre i temi del mare che tramite lei sono diventati noti ad un vastissimo pubblico – conclude Benedetto -. Siamo certi che la sua competenza, la sua passione e la sua determinazione saranno un valore aggiunto per il Comitato e per le importanti decisioni che è chiamato a prendere”.

È con grandissima soddisfazione, sia personale che da parte di quanti nel Parco delle Cinque Terre lavorano e ne portano avanti lo spirito, che apprendiamo della nomina della nostra presidente Donatella Bianchi nel prestigioso gruppo di lavoro del dottor Colao. È sicuramente un motivo di orgoglio per tutto il territorio, sarà uno stimolo per noi tutti, in un momento difficile ma importantissimo, per guardare fiduciosi al futuro e pronti per ripartire“, Patrizio Scarpellini, direttore del Parco nazionale delle Cinque Terre, .

Articolo precedenteInquinamento, le grotte del Monte Conca in Sicilia non sono al sicuro
Articolo successivoPaola Cortellesi legge una lettera al Padreterno: “Fa finì st’epidemia” VIDEO