ursula von der leyen e papa francesco

La presidente della commissione europea Ursula von der Leyen domani incontrerà in Vaticano Papa Francesco. Sul tavolo la pace in Ucraine e le questioni ambientali

Parleranno anche di sostenibilità ambientale e pace in Ucraina la presidente della commissione europea Ursula von der Leyen e Papa Francesco nell’incontro che si terrà domani in Vaticano.

La sala stampa vaticana ha fatto sapere che il pontefice ha deciso di ricevere in udienza il capo dell’esecutivo Ue che si trova a Roma per una serie di eventi.

Già questa mattina von der Leyen è a Città del Vaticano per prendere parte ad un convegno internazionale, organizzato dalla Pontificia Accademia delle Scienze, sulle prospettive legate alla sostenibilità dell’ambiente.

Von der Leyen al MAXXI per il festival dell’arte sostenibile

Un’agenda fitta quella della presidente della Commissione europea che si trova a Roma da questa mattina e che, prima di incontrare il Papa domani in Vaticano, questo pomeriggio si recherà al MAXXI, il museo di arte contemporanea della Capitale.

La leader europea inaugurerà il Festival internazionale New European Bauhaus”. Il festival è dedicato alla sostenibilità ambientale nell’arte.

A partire dalle 13 di oggi la presidente von der Leyen parteciperà a un dialogo un dialogo con Diébédo Francis Kéré, pioniere dell’architettura sostenibile e vincitore del Pritzker Prize 2022, sulla sostenibilità.

Cos’è il New European Bauhaus?

Il nuovo Bauhaus europeo è un’iniziativa della Commissione europea che si rifà al “vecchio” Bauhaus, un movimento nato un secolo fa che ha modificato radicalmente l’arte, il design e l’architettura tedesca ed europea.

“Affrontare il cambiamento climatico e prendersi cura del nostro ambiente ci impone di ripensare al modo in cui viviamo. Per questo oggi presentiamo il New European Bauhaus”, aveva detto Ursula von der Leyen lo scorso novembre lanciando l’iniziativa.

 

 

Articolo precedenteClima e aria, Enea: “A Roma e Milano mortalità in aumento”
Articolo successivoUe, stop a diesel e benzina dal 2035. Rinvio per riforma degli Ets e carbon tax