veneto divieto ingresso cacciatori

Vietare ai cacciatori di passare nel proprio terreno e uccidere animali selvatici. Da oggi è possibile in Veneto grazie al nuovo Piano faunistico venatorio regionale per gli anni 2022-2027. Ecco come presentare la richiesta

La legge italiana permette ai cacciatori di entrare nei terreni privati di altrui proprietà e addirittura cacciare all’interno di quegli stessi terreni. Da oggi il Veneto ha deciso di cambiare strada.

La giunta regionale del Veneto, infatti, ha deciso di dare la possibilità a tutti coloro che lo richiederanno di vietare l’accesso ai cacciatori nei propri terreni e quindi anche la possibilità di sparare alla fauna selvatica che si trova al suo interno.

Per farlo, però, è necessario presentare una specifica domanda entro e non oltre il 10 maggio 2022.

Veneto, come presentare la richiesta contro l’ingresso dei cacciatori nei terreni privati

Per poter vietare ai cacciatori di entrare e cacciare all’interno dei propri terreni privati in Veneto sarà necessario presentare una domanda entro la mezzanotte del 10 maggio prossimo.

Prima ancora di poter presentare la domanda, però, sarà necessario iscriversi all’Anagrafe del settore agricoltura. L’iscrizione è necessaria anche se non si è agricoltori e se il terreno sul quale si vuole vietare l’ingresso ai cacciatori non è di tipo agricolo.

La domanda di iscrizione all’Anagrafe del settore agricoltura potrà essere effettuata tramite un Centro Autorizzato di Assistenza Agricola o recandosi agli sportelli dellAVEPA, l’Agenzia Veneta per i pagamenti.

Proprio sul sito dell’AVEPA è possibile scaricare un manuale con tutte le procedure da seguire per poter presentare la domanda alla regione Veneto.

Articolo precedenteChi è Swamy Rotolo, la giovanissima vincitrice del David di Donatello
Articolo successivoVerso il caricabatterie unico per smartphone e altri dispositivi, il Parlamento Ue dice sì