Divieto cibo sintetico, 200mila firme per la petizione di Coldiretti

Una corsa contro il tempo per fermare la commercializzazione del cibo sintetico.

Ha raggiunto 200mila firme la petizione di Coldiretti, Campagna Amica e tante altre realtà a tutela dell’agricoltura, che mira a proibire l’arrivo sulle nostre tavole di carne prodotta in laboratorio o latte creato senza mucche. Negli Stati Uniti c’è già stata la prima autorizzazione e l’Unione Europea potrebbe seguire a stretto giro. Il Censis attesta però come l’84% degli italiani sia contrario all’idea che il cibo da laboratorio possa sostituire quello coltivato. Su questo punto anche il governo ha accolto la preoccupazione di Coldiretti.

Ettore Prandini, presidente Coldiretti, ha dichiarato a TeleAmbiente: “Tanto per essere chiari noi abbiamo raccolto in meno di una settimana più di 200mila firme, chiederemo al Parlamento italiano di normare definitivamente il divieto di produzione e commercializzazione in Italia del cibo sintetico, ma vogliamo essere un apripista perché tanti altri Paesi possano poi mutuare quello che l’Italia andrà a fare. Finalmente si vuol portare al centro dell’attenzione il cittadino-consumatore, che deve essere messo nella condizione di poter scegliere, di essere consapevole rispetto a quello che sta acquistando e sempre di più non essere ingannato, come spesso è accaduto negli anni passati.” 

Previous articleEssere Animali: “Ecco l’orrore negli allevamenti italiani fornitori di Lidl”
Next articleEcco Flossie, il gatto di 26 anni più vecchio del mondo