Attualità

DISCARICHE, ALLA CAMERA DEI DEPUTATI LA MORATORIA PER BRESCIA

Condividi

Discariche Brescia. 109 discariche censite, 69 milioni di metri cubi certi di scorie sepolte in discariche autorizzate.

Stiamo parlando del bresciano, un territorio che, come certifica ISPRA, nel 2016 ha accolto il 76% dei rifiuti speciali di tutta la Lombardia ed il 21% di quelli nazionali.

Numeri che hanno portato il consiglio provinciale lo scorso 24 settembre ad approvare all’unanimità una moratoria a nuovi siti di smaltimento inviandola poi a Regione e Comune.

Appello accolto da LeU che, a prima firma della Deputata Rossella Muroni, ha subito presentato una moratoria per chiedere al Governo iniziative urgenti: stop al conferimento dei rifiuti speciali destinati all’incenerimento e al conferimento in discarica,  blocco dell’apertura di nuove discariche per i prossimi 5 anni ed un monitoraggio di tutti i siti compromessi, sia quelli censiti sia quelli non ancora noti, al fine di implementare un piano generale di bonifica del territorio.

“Approda oggi in discussione generale e da domani sarà all’esame della Camera la mozione a mia prima firma che sollecita al governo una moratoria sul conferimento dei rifiuti speciali in provincia di Brescia e il blocco delle autorizzazioni per l’apertura di nuove discariche su questo territorio per i prossimi cinque anni” – ha spiegato l’On. Muroni, sottolineando che “la mozione chiede inoltre all’esecutivo un impegno sul fronte del censimento e del monitoraggio di tutti i siti compromessi, per arrivare ad un Piano generale di bonifica aggiornato, e per introdurre nel testo unico dell’ambiente un ‘fattore di pressione’ quale criterio obbligatorio per l’indicazione delle aree non idonee alla localizzazione di impianti di smaltimento e di recupero dei rifiuti”.

La mozione, sottoscritta anche dai deputati Bazoli (Pd), Fornaro (LeU), Berlinghieri (Pd) e Braga (Pd), raccoglie lo spirito dell’atto presentato dal consigliere Marco Apostoli della lista Provincia Bene Comune e risponde a quella che è ormai una vera emergenza ambientale e sanitaria, come denunciato anche da Legambiente Brescia.

“Il 21,3% dei rifiuti speciali conferiti in discarica in Italia, nel 2016, è stato infatti sepolto in provincia di Brescia – ha spiegato ancora Muroni – parliamo di oltre 2milioni e mezzo di tonnellate di rifiuti speciali. Un’enormità che rappresenta solo la parte nota del fenomeno. Nulla si sa su quanti rifiuti e in quali siti siano stati dispersi in questo territorio prima dell’approvazione della normativa sullo smaltimento dei rifiuti speciali”.

E mentre alla Camera dei Deputati si attende la mozione dei 5 Stelle per dire basta all’apertura di nuove discariche in provincia ed all’import di rifiuti speciali per i prossimi 5 anni e che impegna il governo ad affrontare altre criticità, dallo spandimento dei fanghi al nodo depurazione, fino all’emergenza legionella, il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha annunciato per il 20 novembre una sua visita in città.

Il titolare dell’Ambiente, dopo la presentazione del film “Immondezza” , invitato dal coordinamento regionale ambientalisti retto da Imma Lascialfari e dal tavolo Basta Veleni, incontrerà anche la giunta comunale, che da cento giorni chiede un colloquio per avere più fondi per la bonifica del sito Caffaro.

(Visited 134 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago