AttualitàInquinamento

Bussi, la discarica dei veleni: Consiglio Stato condanna Edison a bonificare

Condividi

Il Consiglio di Stato ha condannato in via definitiva la Edison a bonificare le due discariche 2A e 2B del sito dei mega veleni di Bussi. “Ora il Ministero firmi subito il contratto con la società che si è aggiudicata la gara per la bonifica”, il sindaco di Bussi, Lagatta.

Edison deve provvedere alla bonifica dei due siti più inquinati della cosiddetta discarica dei veleni di Bussi sul Tirino, in quanto responsabile ambientale. Lo ha sancito definitivamente il Consiglio di Stato. La sentenza è stata pubblicata lunedì 6 aprile e prevede un intervento milionario, in particolare nelle aree 2A e 2B. Ora i circa 50 milioni relativi al bando pubblico per la bonifica dei siti 2A e 2B e della stessa Tremonti assegnato dall’allora commissario per emergenza, il compianto Adriano Goio, fermo da anni, possono essere utilizzati per altre aree inquinate.

Allarme discarica di Bussi, sostanze nocive escono dal suolo come gas

Italia Nostra, che attraverso la partecipazione al Comitato “Bussiciriguarda” ha combattuto per lunghi anni contro i colossi dell’industria chimica che hanno messo a dura prova la salute di centinaia di migliaia di cittadini della Valpescara, rende noto in un comunicato che, insieme alla acclarata condanna dei responsabili dell‘inquinamento, si debba urgentemente provvedere al risanamento di tutta la zona.

Discarica Bussi, ogni venerdì una lettera a Conte per sbloccare bonifica

Occorre, pertanto, evitare la dispersione sul territorio del materiale da prelevare dal sito, così come previsto, attraverso l’utilizzazione di una parte dei 50 milioni a suo tempo concessi dallo Stato, ed ancora disponibili per fronteggiare la definitiva pulizia del territorio da scorie inquinanti. “Tale intervento – conclude la nota – dovrà anche servire a favorire la riconversione industriale della zona, la quale ha dovuto pagare un altissimo prezzo anche in termini di diminuzione dei livelli occupazionali, oltre che evidenti conseguenze dannose alla salute dei residenti ed all’ambiente circostante”.

Discarica Bussi, Ministero e Regione chiedono quasi due miliardi di euro di danni alla Edison

Ora il Ministero firmi subito il contratto con la società che si è aggiudicata la gara per la bonifica delle due discariche della Montedison: se prima poteva esserci il pericolo di una rivalsa della Edison, ora con questa sentenza tutto viene a cadere. Quindi il Ministero dell’Ambiente faccia il contratto e si parta con i lavori. – dichiara  il sindaco di Bussi Salvatore Lagatta Ci sono i 50 mln disponibili a suo tempo stanziati col contributo di Giovanni Legnini, ora non ci sono più ostacoli o scuse per iniziare i lavori” (Ansa).

L’inchiesta realizzata  nel 2016 da Orazio La Corte sulla discarica di Bussi e il processo.

(Visited 68 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago