AttualitàRifiuti

Discarica di Borgo Montello, Conferenza dei Servizi vota contro riapertura

Condividi

Discarica. Sono quattro su cinque i pareri negativi, espressi alla Conferenza dei Servizi indetta dalla Regione Lazio, alla richiesta presentata dalla Ecoambiente per smaltire altri 38 mila metri cubi di rifiuti presso la discarica di Borgo Montello.

Il primo parere nettamente contrario, suffragato anche dalla delibera approvata all’unanimità dal Consiglio comunale di lunedì scorso, arriva dalla delegazione del Comune di Latina (composta dal sindaco Damiano Coletta, dal dirigente Giuseppe Bondi’ e dall’assessore all’Ambiente Roberto Lessio).

Inquinamento mari, meduse e rifiuti rappresentate in un unico scatto

“Il Sindaco – si legge in una nota del Comune di Latina – ha richiamato il parere negativo alla richiesta già espresso dall’Arpa Lazio il 28 ottobre scorso durante la prima seduta della medesima Conferenza. Lo stesso ha poi aggiunto ulteriori considerazioni relative alle inottemperanze che sono imputabili alla società rispetto alla bonifica del sito e alla reale disponibilità degli immobili interessati dall’ampliamento in quanto sequestrati nel 2014 dalla Guardia di finanza: immobili per i quali è in corso un procedimento di confisca definitiva da parte dell’Agenzia nazionale per Beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata”.

Nucleare, on line il nuovo inventario nazionale dei rifiuti radioattivi

“Abbiamo illustrato una serie di atti inequivocabili – ha commentato il sindaco Coletta – sostenuti tra l’altro da un fronte politico unanime che si è compattato in occasione del Consiglio comunale del 3 febbraio scorso, al quale hanno partecipato anche i Consiglieri regionali della provincia di Latina, parlamentari ed europarlamentari provenienti da questo territorio, oltre ovviamente ai comitati dei cittadini”.

Massafra, sequestrata maxi discarica abusiva: 24mila tonnellate di rifiuti in gravina

Il parere espresso dal comune di Latina è stato condiviso dal rappresentante della Asl di Latina che ha sottolineato “le criticità sanitarie emerse dall’indagine epidemiologica svolta nel 2013 nella zona della discarica di Borgo Montello. Parere di netta contrarietà espresso anche dalla provincia di Latina, in base al quale, come sottolineato dal Comune, esisterebbero persino le condizioni di revoca dell’attuale Aia (Autorizzazione integrata ambientale) concessa nel 2015 ad Ecoambiente”.

“Ora la valutazione finale resta in capo alla Regione Lazio – spiega l’assessore Roberto Lessio – La procedura resta sospesa in attesa di nuove analisi dell’inquinamento in corso, ma l’evidenza dei fatti ha già dimostrato che il percorso di chiusura della discarica di Borgo Montello è ormai divenuto irreversibile”.

(Visited 18 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago