AttualitàRifiutiRoma

Discarica abusiva in provincia di Roma scoperta dai forestali di Palombara Sabina

Condividi

Il sito di 700 metri quadrati è stato posto sotto sequestro. Oltre a rifiuti speciali di dubbia provenienza, ospitava uno sfasciacarrozze abusivo.

Un’area di circa 700 metri quadrati è stata posta sotto sequestro a Palombara Sabina, comune a nord di Roma, perché utilizzato come discarica abusiva di rifiuti speciali. 

I militari della stazione forestale di Palombara hanno hanno individuato il terreno che veniva utilizzato anche come sfasciacarrozze illegale e ospitava diverse automobili di origine sospetta. Le auto sono state ritrovate con parecchi pezzi mancanti. L’ipotesi dei Carabinieri del nucleo forestale è che esse siano state cannibalizzate per poter vendere i pezzi di ricambio sul mercato.

Ciò che preoccupa maggiormente, però, sono i rifiuti trovati nel terreno a ridosso dello sfasciacarrozze. Sono attualmente in corso le analisi per comprendere la loro composizione e si sta indagando per scoprirne la provenienza.  

Nucleare, concluso il seminario sul Deposito nazionale dei rifiuti radioattivi

(Visited 16 times, 2 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago