Discarica Albano, Garofolo: “Deve chiudere, riscontrata presenza di idrocarburi cancerogeni”

132
0

“Riteniamo che la discarica dovrebbe essere immediatamente chiusa”. Intervista ad Aldo Garofolo membro comitato cittadino contro la discarica di Roncigliano(Albano).

La discarica di Albano deve chiudere. Non ha dubbi Aldo Garofolo, chimico e membro del comitato cittadino contro la discarica di Roncigliano, territorio del comune di Albano, intervistato da Teleambiente: “Noi riteniamo che la discarica dovrebbe essere immediatamente chiusa, la nostra diffida a proseguire il conferimento, presuppone che poi, se non ci saranno risposte adeguate, adiremo alla procura della Repubblica, sia di Velletri che di Roma. Il territorio ha già dato; 40 anni di discarica con otto invasi, di cui l’invaso zero, neanche rivestito, quindi liberamente capace di contaminare le falde senza che ci fosse un mantello protettivo nel fondo dell’invaso. Nel 2021 Arpa Lazio ha riscontrato la presenza di metalli come mercurio, idrocarburi cancerogeni e altri metalli pericolosi. Ciò ha portato alla contaminazione delle falde”.

E aggiunge: “Al Villaggio Ardeatino, che si trova sull’altro lato della strada rispetto alla discarica, per la prima volta è stata riscontrata la presenza di un idrocarburo cancerogeno che c’è al di sotto della discarica. Per noi questo è un segnale d’allarme, anche se non supera ancora i limiti, non essendo giustificabile la presenza di un idrocarburo di questo genere. Evidentemente, ci sono tutte le ragioni, anche sanitarie, per chiedere che questa discarica chiuda.

Articolo precedenteUmbria, a Terni nasce il primo “Roma Club Ternani Romanisti”
Articolo successivoFesta della Befana Piazza Navona, Assessora Lucarelli: “Largo a donne e giovani”