AttualitàInquinamento

Disastro ambientale Siberia, multa per il colosso Norilsk Nickel: la più alta mai stabilita

Condividi

E’ stata fatta finalmente giustizia! Il colosso minerario Norilsk Nickel che gestiva il sito attraverso una sua controllata pagherà per questo disastro ecologico la somma di 1,6 miliardi di euro. “La durezza di questa condanna aiuterà gli altri a capire che bisogna preservare la natura”, Nicolai Lilin.

Riguardo al disastro ambientale definito il più grave dal 1989 in cui 20mila tonnellate di diesel sono finite nel fiume Ambarnaya, vicino a Norilsk, nella regione artica della Russia, tra il 31 maggio il 1 giugno, a causa di una perdita in un impianto dell’area, è stata fatta finalmente giustizia. Il colosso minerario Norilsk Nickel, che gestiva il sito attraverso una sua controllata, pagherà per questo disastro ecologico la somma di 1,6 miliardi di euro.

Sono molto contento che almeno giustizia sia stata fatta, fino all’ultimo temevo che non accadesse. Penso che sia un segnale importante anche per gli altri imprenditori che gestiscono l’industria pesante in Russia al di fuori delle decisioni statali, specie nei territori dove è complicato controllare le condizioni di lavoro. – ha dichiarato a TeleAmbiente lo scrittore di origine russa Nicolai LilinLa durezza di questa condanna aiuterà gli altri a capire che bisogna preservare la natura e prestare attenzione a macchinari e strutture industriali che costruiscono in mezzo alla natura selvaggia. Parliamo di fabbriche e depositi con materiali nocivi. Devono capire dove si trovano”.

Russia, ancora uno sversamento di liquami tossici nell’area già devastata dal petrolio VIDEO

“Questa decisione da parte del governo russo è stata spinta dagli attivisti, le petizioni firmate sono state tantissime e la gente non vedeva l’ora che venisse fatta giustizia“, conclude Lilin.

La compagnia Norilsk Nickel aveva inizialmente attribuito la colpa al collasso del permafrost. ll presidente russo Vladimir Putin ha proclamato lo stato d’emergenza ambientale e successivamente dichiarato che era tutto sotto controllo. Nicolai Lilin ci aveva già raccontato lo scorso anno la verità sull’accaduto.

La verità sul disastro ambientale a Norilsk in Siberia. Intervista a Nicolai Lilin

Nornickel (GMKN.MM), come è meglio nota, ha negato spesso le accuse di insabbiamento pronunciate da attivisti verdi, da un governatore regionale e da un ex funzionario delle guardie ambientali della Russia, che hanno pubblicamente accusato la compagnia e, in alcuni casi, pubblicato test, fotografie e testimonianze a sostegno delle loro accuse.

Russia, le immagini della perdita di gasolio in Siberia vista dallo spazio

La sanzione che ora la compagnia deve pagare rappresenta la più alta per danni ambientali mai comminata in Russia. La Norilsk Nickel ha annunciato di non avere intenzione di fare ricorso in appello.

(Visited 684 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago