Politica

DI MAIO PRESENTA PROGRAMMA M5S, SUL BLOG LE LISTE DEI COLLEGI PLURINOMINALI

Condividi

Di Maio presenta programma M5S, sul blog le liste dei collegi plurinominali.

Il MoVimento 5 Stelle annuncia i candidati nelle liste dei collegi plurinominali.

Molti “big” capilista, ma anche attivisti e ex assistenti parlamentari.

In cima nelle liste dei loro collegi, Luigi Di Maio, Roberto FicoPaola TavernaCarla RuoccoManlio Di StefanoDanilo Toninelli e Vito Crimi.

Ai primi posti anche Alfonso BonafedeRiccardo Fraccaro e Carlo Sibilia.

In Sicilia 2 Giulia Grillo è il nome numero uno, mentre in Piemonte ad occupare i primi due posti nei due collegi sono Laura Castelli e Fabiana Dadone.

Per le liste proporzionali invece, che saranno composte da chi si era candidato alle parlamentarie, bisognerà pazientare ancora.

“Il dettaglio dei risultati sarà pubblicato nei prossimi giorni”, si legge nel post pubblicato sul blog in serata. Allegato c’è l’elenco dei candidati per i collegi plurinominali della Camera e del Senato.

Come annunciato, l’elenco è arrivato al termine della kermesse di Pescara dove il candidato premier del M5S, Luigi Di Maio, ha presentato alcuni “esterni” che “lavoreranno con il MoVimento”.

Al link che segue puoi scaricare le liste dei collegi plurinominali.

https://s3-eu-west-1.amazonaws.com/associazionerousseau/documenti/candidati_movimento5stelle.pdf

Accolto da un lungo applauso, il candidato premier per il M5S, Luigi Di Maio, presenta a Pescara i “20 punti per una vita di qualità” redatti dal Movimento 5 Stelle.

“Testa e cuore, saranno questi i requisiti della nostra squadra di governo” – afferma Di Maio.

“Chi ha governato non ha mai messo cuore nelle scelte che faceva” – attacca poi, avvertendo gli attivisti sugli “slogan con cui ci attaccheranno”.

Quanto al ruolo di Beppe Grillo spiega: “c’e’ stato un tempo in cui una sola persona poteva riunire un grande numero di persone ed era Beppe Grillo, che sarà’ sempre una parte fondamentale del Movimento“.

20 punti “per la qualità della vita”.

Così il canidato premier del M5S ha presentato il programma elettorale.

“Il nostro non è un programma di destra o di sinistra – ci tiene a precisare Di Maio –  ma un programma che mira a migliorare la vostra qualità della vostra vita”.

Quattrocento leggi da abolire al primo anno di governo e una smart nation che promuova nuovi lavori e nuove tecnologie, sono i primi due punti del programma presentato a Pescara.

A seguire, l’eliminazione dei finanziamenti a pioggia alle Pmi (“che vanno sempre agli stessi”) e l’abolizione dell’Irap.

Tra i punti nel programma anche la riduzione delle aliquote Irpef per il ceto medio; la no tax area fino a 10mila, daspo per i corrotti e riforma della prescrizione.

Riformiamo la prescrizione con la sospensione dal primo grado di giudizio o dal rinvio a giudizio – spiega Di Maio – ed istituiamo il Daspo per corrotti. Se sei corrotto – dice – non devi più avere a che fare con la Pubblica amministrazione” e il M5s vuole inserire “agenti sotto copertura per i reati di corruzione e le intercettazioni informatiche con i virus trojan nei Pc e negli smartphone sempre per i reati di corruzione”.

E ancora, reddito di cittadinanza, superamento della buona scuola e della Legge Fornero ed una pensione minima di 780 euro.

Assente tra i punti (e forse quello che un po’ tutti si aspettavano), il referendum sull’euro.

“Non vogliamo rompere con l’Unione europea – ha detto Di Maio – ma chiedere quello che gli altri Paesi hanno già avuto”.

Non è mancato un riferimento anche al Made In Italy che – spiega Di Maio – “non potrà mai robotizzare i suoi artigiani. Se vogliamo salvare il Made in Italy – dice – va reso competitivo”.

Partecipa, scegli, cambia” sarà lo slogan della nostra campagna elettorale – annuncia infine Di Maio – è la nostra storia, abbiamo iniziato tutti così nel M5S. E ora, se vorranno gli italiani, cambieremo l’Italia dal governo”.

Dopo aver presentato i 20 punti del programma, Di Maio presenta quelli che saranno tra i candidati “esterni” delle liste penta stellate che “lavoreranno con il MoVimento”.

Il giornalista Emilio Carelli, il presidente del Forum italiano Disabilita’ Vincenzo Zoccano, il comandante Gregorio De Falco ed Elio Lannutti di Adusbef.

(Visited 160 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago