CronacaTerritorio

DiCaprio a sostegno degli abitanti di New Delhi: “Azioni immediate contro l’inquinamento”

Condividi

L’attore Leonardo DiCaprio si è espresso riguardo l’India e i livelli di inquinamento che ha raggiunto la capitale New Delhi. Non è l’unica star a commentare la situazione della capitale indiana, che da più di venti giorni convive con un livello di inquinamento letale per i suoi cittadini.

Leonardo DiCaprio si è unito ad altri colleghi per esprimere il suo sostegno ai cittadini di New Delhi che da quasi un mese convivono con un livello di inquinamento insostenibile.

Smog, livelli letali a New Delhi. Disposto un purificatore d’aria per il Taj Mahal

Attraverso Instagram, il premio Oscar ha postato una foto che mostra gli abitanti di Delhi protestare ad India Gate, chiedendo al governo di prendere misure per contrastare l’aumento di inquinamento nella città.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

#Regram #RG @extinctionrebellion: Over 1500 citizens gathered in at India Gate, in New Dehli, to demand immediate action on the cities hazardous pollution levels.⁣ ⁣ According to the World Health Organisation, air pollution in India is estimated to kill about 1.5 million people every year; these statistics make air pollution the fifth-largest killer in India. ⁣ ⁣ People of all ages joined the demonstration, which succeeded to directly trigger action for Indian citizens:⁣ 1. The Indian Prime Ministers office set up a special panel to address the issue, within a few hours of the protest. The panel is due to report on the issue within 2 weeks.⁣ 2. The Supreme Court of India asked the Central Government and respective state governments to fix the crop and waste burning issue of Dehli within a week. ⁣ 3. The Center accepted that Green Fund will be used to combat toxic air pollution. ⁣ 4. The Indian Prime Minister asked the Agriculture Ministry to distribute equipment urgently so that crop burning is no longer necessary. ⁣ ⁣ Despite these promises, the air is still unsafe and activists will keep the pressure on until the air pollution reaches safe levels. ⁣ ⁣ The protest was organised by a collaboration of movements; @xrebellionind @LetMeBreathe_In @FridaysForFutureIndia_ along with other activists. ⁣ ⁣ Photography by Arjun Mahatta and co, via @FridaysForFuture ⁣ ⁣ #RightToBreathe #ExtinctionRebellion #IndiaGate #SolutionNotPollution #ActNow #RebelForLife

Un post condiviso da Leonardo DiCaprio (@leonardodicaprio) in data:


“Più di 1500 cittadini si sono riuniti ad India Gate per chiedere azioni immediate contro il livello di inquinamento nella città. Secondo l’OMS, l’inquinamento in India uccide circa 1.5 milioni di persone ogni anno; queste statistiche rendono l’inquinamento dell’aria la quinta causa di morte in India.

Persone di tutte le età hanno preso parte alla dimostrazione, che è riuscita nel suo intento.

L’ufficio del Primo ministro indiano ha disposto un gruppo di lavoro speciale per affrontare la questione dopo poche ore dell’inizio della protesta. Il gruppo produrrà un report entro due settimane:

  • La Corte Suprema indiana ha chiesto al Governo centrale e ai Governi degli Stati di risolvere il problema degli incendi degli agricoltori entro una settimana;
  • Il Governo Centrale ha disposto che il Green Fund venga usato per combattere l’inquinamento nell’aria;
  • Il Primo Ministro ha chiesto al Ministro dell’agricoltura di distribuire equipaggiamenti al fine non rendere più necessari gli incendi delle sterpaglie”.

Record smog in India, Corte Suprema mette al bando cantieri in città e fuochi nei campi

DiCaprio è il fondatore di The Leonardo DiCaprio Foundation, che si occupa di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema ambientale e di recente ha incontrato l’attivista svedese Greta Thunberg.        

DiCaprio incontra Greta: “E’ merito suo se sono ottimista sul futuro”

Non è il solo attore ad occuparsi della questione climatica. Attori di Bollywood si sono mossi per sensibilizzare i cittadini sull’inquinamento di New Delhi, come Priyanka Chopra, ex Miss Mondo 2000, che ha condiviso un’immagine in cui indossa una mascherina mentre stava filmando The White Tiger nella capitale.

Inquinamento, l’India dichiara l’emergenza sanitaria: chiuse scuole ed uffici 

Le scuole pubbliche e private sono state chiuse a Delhi a causa dell’inquinamento e sono state riaperte soltanto lunedì 18 novembre.

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago