Attualità

Lo stato dei depuratori e della rete fognaria in Italia. Pinuccio: “Al sud situazione critica” VIDEO

Condividi

“Depurazione non fatta bene, un problema sulle spiagge italiane: quando una spiaggia non è balneabile molto probabilmente c’è un depuratore nei paraggi che non funziona.  E purtroppo al sud la situazione non è delle migliori”. Il video di Pinuccio che spiega lo stato dei depuratori e della rete fognaria in Italia. 

L’Italia dei depuratori tra maxi multe dell’Europa e mari inquinati. Una mappa del problema che riguarda l’intero Paese con punte di vera emergenza al sud.

Nonostante le sollecitazioni dell’Unione Europea, restiamo ancora fanalino di coda e a pagarne le conseguenze è il nostro mare. Malfunzionamenti e zone prive di impianti fognari all’avanguardia mettono a rischio aree protette e rendono non balneabile importanti tratti di costa e nel clima dell’emergenza c’è una corsa a colmare le falle del sistema che molte volte giustificano anche azioni discutibili che invece di risolvere rischiano di minacciare alcuni territori.

Fiume Sacco, sequestrata l’azienda responsabile della “schiuma bianca”

Depurazione non fatta bene, un problema sulle spiagge italiane: quando una spiaggia non è balneabile molto probabilmente c’è un depuratore nei paraggi che non funziona. E per la rete fognaria e i depuratori che non funzionano bene in Italia, l’Unione Europea ci ha bacchettato perché dal ’98 che non ci siamo adeguati – spiega Pinuccio–  E ci hanno fatto una multa forfettaria per gli anni precedenti di circa (25 milioni di euro) e da un po’ di anni a questa parte se non ci adeguiamo ogni 6 mesi dobbiamo dare più di 30 milioni di euro. Praticamente un mutuo”.

Smog e fogne, Italia deferita alla Corte di Giustizia Ue per sforamento limiti biossido di azoto

Per informarvi sulla rete fognaria e i depuratori della vostra zona basta andare sul portale delle acque. Sul sito c’è una mappa dell’Italia: puntini blu dove funzionano, puntini rossi o arancioni dove non funzionano o non esistono proprio.  E purtroppo il sud su questo è un po’ indietro: la mappa parla chiaro”.

MAPPA

“Sono 800 i comuni di Italia che non assolvono alla depurazione fatta bene delle acque. In base ai dati del CRESME, i ‘carici civili non trattati’ in Italia sono al 40% e ci sono punte come in Sicilia del 56%”.

E’ vero che siamo in emergenza ma dobbiamo stare attenti a non creare qualcosa che possa creare un danno futuro”.

Inquinamento, sequestrati gli stabilimenti Versalis di Priolo e Sasol di Augusta. 19 indagati

Ed imprenditori “particolari” in caso di emergenza fanno capolino. “In Calabria, ad esempio, molti depuratori erano gestiti dall’ndrangheta. Infatti sono stati sequestrati e chiusi (operazione “metauros”).

Pinuccio precisa anche: “Bisogna ricordare ai cittadini che non bisogna buttare tutto nel water”.

 

(Visited 735 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago