Decreto aiuti, Conte: “Norma su inceneritori è cambiale in bianco per il passato”

68
0

“È una cambiale in bianco, questa non è transizione ecologica”, le parole del presidente del M5S, Giuseppe Conte, in merito alla decisione di non votare il Dl aiuti del governo.

“Grande delusione per le decisioni prese dal Consiglio dei ministri.” Così Giuseppe Conte ha spiegato, durante un convegno sulle Comunità Energetiche Rinnovabili, la decisione del Movimento 5 Stelle di non votare il decreto aiuti approvato dal governo Draghi.

Facilitare la creazione di inceneritori equivale, per Conte, all’avere firmato una cambiale in bianco verso il passato: “Più che rabbia prevale l’amarezza perché in un provvedimento dedicato alla sicurezza energetica, provvedimento per cui noi abbiamo lavorato e che contiene misure che abbiamo invocato per primi, da tempo. Parlo degli extra profitti, del fatto di portare la tassazione dal 10% al 25% e creare così un tesoretto di oltre 13 miliardi per sostegni a famiglie e a imprese. In questo provvedimento è stata inserita una norma che non c’entrava nulla, una norma sugli inceneritori in tutta Italia, da agevolare con un’autostrada normativa, poi si è ripiegato solo su un inceneritore a Roma. È una cambiale in bianco, questa non è transizione ecologica

Articolo precedenteCarpineto, il vino come passione, cultura, natura e sostenibilità
Articolo successivoLe Comunità Energetiche Rinnovabili, un’energia in movimento. Il convegno al Senato