EventiRomaVideo

Daje De Alberi, messa a dimora di 35 nuovi alberi tra Nomentano e Pietralata

Condividi

Un dono di fiducia, ossigeno e bellezza per la città di Roma. E’ partita dal quartiere Nomentano la messa a dimora di 25 nuovi alberi, resa possibile dalle donazioni dei cittadini e dal contributo di Intesa Sanpaolo. Si tratta dell’ultima iniziativa dell’Associazione di tutela ambientale Daje de Alberi. Per la prima volta sulle strade della Capitale ci sono decine di nuovi alberi attraverso la sinergia tra pubblico e privato.

La seconda raccolta fondi, organizzata in maniera chiara e trasparente sulla piattaforma digitale Gofundme.com, ha superato quota 2000 euro in pochi mesi nonostante il periodo di crisi economica legata alla pandemia, con donazioni da diversi quartieri della Capitale e da altre zone d’Italia.

Ligustri e Cipressi i tipi di alberi scelti secondo le esigenze delle diverse zone con la consulenza del Servizio Giardini di Roma Capitale.

“La particolarità del nostro progetto – ha sottolineato il giovane presidente dell’Associazione Lorenzo Cioce, poeta e scrittore – non consiste esclusivamente in un meccanico piantare nuovi alberi e curare gli alberi esistenti, ma soprattutto nello stimolare la socialità del quartiere, coinvolgendo la cittadinanza”.

Giornata degli alberi, dono della natura e risorsa preziosa contro il climate change

Un approccio locale di azione in un’ottica mondiale di mitigazione degli effetti devastanti dei cambiamenti climatici in città, come gli allagamenti e le ondate di calore e siccità.

All’evento erano presenti Cristiana Avenali, Responsabile Ufficio di Scopo Piccoli Comuni e Contratti di Fiume della Regione Lazio, Francesca Del Bello, presidente del Municipio Roma2 con il vicepresidente Emanuele Gisci, l’assessore all’Ambiente Rosario Fabiano e il consigliere Marco Dolfi.

Fondamentale per il raggiungimento dell’obiettivo il sostegno pieno e convinto di Intesa Sanpaolo. Pierluigi Monceri, responsabile della direzione regionale Lazio e Abruzzo: “Avere città sempre più verdi e con l’aria più pulita, in grado di migliorare la nostra salute e la qualità della nostra vita, è diventato un obiettivo condiviso da cittadini, aziende e istituzioni. Sostenere l’Associazione Daje de Alberi, permettendo di piantare nuovi alberi in alcuni quartieri di Roma, è stato un modo per tradurre il nostro impegno per l’ambiente in un’azione concreta e tangibile a vantaggio della città. Intesa Sanpaolo vuole infatti coniugare il proprio mestiere di banca con l’impegno quotidiano a lasciare un segno positivo nella società, a cominciare dall’ambiente. È una scelta che portiamo avanti anche attraverso l’offerta di prodotti bancari con ricadute positive sull’ambiente, come investimenti ESG e finanziamenti green”.

Altri 10 alberi saranno messi a dimora nei prossimi giorni a Pietralata in collaborazione con il Comitato Popolare Monti di Pietralata.

Daje de Alberi è un progetto di riforestazione e rigenerazione ambientale e sociale per la città metropolitana di Roma Capitale basato sul bene comune e la bellezza.

L’Associazione no profit nata nel 2021, dopo anni di esperienza nel mondo del volontariato del fondatore Lorenzo Cioce, ha ottenuto ottimi risultati grazie ad altre raccolte fondi digitali per piantare nuovi alberi.

G20, tra gli accordi 1000 miliardi di alberi piantati entro il 2030. Ma la notizia è passata in sordina

L’innaffiamento e la cura costanti degli alberi viene assegnata ai volontari dell’Associazione, residenti e commercianti. Una riappropriazione del bene comune e di condivisione sociale che si accompagna a un messaggio ecologico ed empatico importante, trasmesso alla città e non solo: il motto dell’associazione “Condivìde et Albera”.

Daje de Alberi ha un approccio olistico verso la cura del bene comune. Grazie al digital vengono presentate diverse segnalazioni alle autorità competenti e periodicamente vengono organizzati eventi di tutela ambientale dei territori coinvolti nei progetti di riforestazione.

“Gli alberi, alleati del benessere del pianeta, sono esseri viventi generosi e meravigliosi e non semplici oggetti d’arredo cittadino” questo uno dei principi fondamentali dell’associazione.

(Visited 69 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago