Attualità

CUCCIOLI IMPORTATI ILLEGALMENTE DALLA SLOVACCHIA. GUADAGNI PER OLTRE UN MILIONE DI EURO

Condividi

Cuccioli. Scoperto traffico internazionale di cuccioli importati illegalmente dalla Slovacchia con guadagni per oltre un milione di euro. Un’organizzazione criminale dedita al traffico illegale di animali, alla truffa, alla falsificazione di documenti relativi alle vaccinazioni e al maltrattamento di animali è stata smantellata.

La Polizia di Rimini ha effettuato un’operazione in tutto il territorio nazionale e nella Repubblica Slovacca finalizzata alla disarticolazione di una organizzazione criminale dedita al traffico illegale di animali, alla truffa, alla falsificazione di documenti relativi alle vaccinazioni ed al maltrattamento di animali.

L’attività svolta dalla Polizia di Frontiera di Rimini, in collaborazione con il Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia – Sirene, di due Team En FAST (Rete Europea delle Unità Ricerche Attive Latitanti) e delle Squadre Mobili di Milano, Alessandria, Bergamo, Savona, Napoli, coadiuvata dalle guardie ecozoofile di “Fare Ambiente”, ha portato all’esecuzione di alcune misure cautelari e al sequestro di oltre cento cuccioli.

ANIMALI, UN TERZO DEI PADRONI LI CONSIDERA COME FIGLI. DATI EURISPES

L’organizzazione aveva come Paese di riferimento la Slovacchia dove sono stati localizzati i soggetti ritenuti i vertici del sodalizio e da dove provengono gli animali oggetto del traffico. Dalle indagini, coordinate dalla Procura di Rimini, è inoltre emerso un traffico di migliaia di cani che ha fruttato al sodalizio guadagni per oltre un milione di euro. L’operazione ha coinvolto oltre cinquanta operatori della Polizia di Stato e trenta agenti della Polizia della Repubblica Slovacca. L’operazione è stata denominata “Luxury dog”.

(Visited 49 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago