Economia

CRIPTOVALUTE, ANCHE TELEGRAM É BLOCKCHAIN. A MARZO LANCERÀ GRAM

Condividi

Roma. Anche Telegram si lancia nella rete blockchain. E lo fa con Gram, la sua nuova criptovaluta.

Si chiama Telegram Open Network (Ton) il progetto con cui la principale concorrente di Whatsapp tenta la scalata nel mondo nella nuova tecnologia che sta rivoluzionando il mondo della finanza. E la sua Ico, offerta iniziale di moneta, sembrerebbe avere già numeri da record, con 1,2 miliardi di dollari divisi tra investitori istituzionali e privati. Una cifra non indifferente, soprattutto se confrontata con i 4 miliardi di dollari raccolti nel 2017 tramite Ico a livello mondiale quando è scattata la corsa al collocamento di nuove monete digitali. La Ico, Initial Coin Offering, permette di raccogliere capitale con il rilascio di valuta digitale.

Il sito Techno Crunch ha diffuso le probabili mosse dei padri dell’app di messaggistica Nikolai e Pavel Durov, che pare vogliano mettere su una vera e propria rete blockchain di terza generazione. I fratelli Dulov vogliono semplificare al massimo i pagamenti in criptovalute e renderli accessibili a tutti.

L’app emetterà 5 miliardi di Gram, il 44% alla sottoscrizione dell’Ico, che si qualifica come la più grande della storia, mentre il 4% sarà per il team dell’azienda e il 52% sarà posto a riserva per dare stabilità alla nuova moneta.

Ma quali saranno i risultati?

Intanto, le stime promettono bene. La previsione di raccolta al lancio della moneta si aggira tra i 600 e i 700 milioni di dollari da investitori individuali, più altri 500-600 milioni dalla prevendita sul mercato esclusiva per i grandi investitori.

La presentazione del progetto è prevista per marzo 2018 e non è escluso che batterà in cifre il record di Filecoin dello scorso anno, che vanta una prima raccolta sul mercato di 257 milioni di dollari. E Telegram è nota per avere numeri da record. Alla nascita, solo l’app nella versione italiana ha raggiunto le 300 iscrizioni in sole poche ore. Bisognerà attendere la fine dell’anno per entrare nel mondo di Telegram Wallet e accedere al suo definitivo portafoglio elettronico.

(Visited 683 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago