Covid, il Parlamento europeo approva il Green Pass. Via libera al certificato digitale Covid, il testo ora dovrà essere adottato dal Consiglio europeo e pubblicato in Gazzetta Ufficiale: l’entrata in vigore è prevista per il 1° luglio.

Green Pass, approvato a livello europeo il certificato digitale Covid. Gli eurodeputati hanno completato il lavoro legislativo sul pass che faciliterà gli spostamenti all’interno dell’Unione Europea. Si attende l’adozione da parte del Consiglio europeo per la sua entrata in vigore, l’applicazione è prevista per il 1° luglio.

Covid, Biden chiede nuove indagini sull’origine. Facebook non blocca più i post e la Cina protesta

In plenaria, i nuovi regolamenti Ue sul Green Pass sono stati approvati con 546 favorevoli, 93 contrari e 51 astenuti (cittadini Ue) e 553 favorevoli, 91 contrari e 46 astenuti (cittadini di paesi terzi residenti nell’Ue). Il certificato sarà rilasciato gratuitamente dalle singole autorità nazionali, in formato cartaceo o digitale. Il documento attesterà l’avvenuta vaccinazione (completa) contro il Covid, la guarigione recente dall’infezione o un test con esito negativo. A livello europeo, si procederà anche a rendere i certificati compatibili e verificabili in tutta l’Unione Europea, onde evitare frodi o falsificazioni.

Il Green Pass sarà operativo dal luglio 2021 e resterà in vigore per 12 mesi. Al termine dei negoziati è stato stabilito che i singoli Stati membri non potranno imporre ulteriori restrizioni di viaggio a chi è in possesso del certificato, come ad esempio quarantena, isolamento o test, salvo situazioni particolarmente urgenti di salute pubblica. Queste situazioni, tuttavia, dovranno essere stabilite in base ai dati del Centro europeo per le prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) e le misure dovranno essere comunicate con un preavviso di 48 ore agli altri Stati membri e di 24 ore al pubblico.

Covid, leonessa morta in uno zoo: altri otto felini contagiati. Bonelli e Brambilla: “Basta animali in cattività”

Tra le misure approvate, oltre al Green Pass, anche un invito per tutti gli Stati membri a garantire la disponibilità ed un prezzo abbordabile per tutti i test come i tamponi, molecolari o antigenici. La Commissione Europea ha anche accettato l’invito del Parlamento a mobilitare 100 milioni di euro dal sostegno di emergenza per consentire agli Stati membri di acquistare test per il rilascio di certificati di test digitali Covid dell’Ue.

Articolo precedenteDal Parlamento Ue via libera definitivo al green pass
Articolo successivoPfas in piatti e posate compostabili: paura nelle mense scolastiche