vaccino universale covid

I primi studi e i test in laboratorio sono promettenti.

Un vaccino universale contro il Covid, che ha come bersaglio una porzione meno variabile della proteina ‘spike’, e che può stimolare la produzione di anticorpi ad ampio spettro. In modo da essere efficace contro tutte le varianti e contro altri coronavirus. Uno studio, pubblicato su Science Translational Medicine, dimostra che è possibile. A dimostrarlo, in via preliminare con test sugli animali, un gruppo di ricercatori britannici, guidati da George Kassiotis del Francis Crick Institute.

 

I limiti dei vaccini attuali

Se si punta su una regione conservata della proteina ‘spike’, lo studio potrebbe agevolare la realizzazione di vaccini in grado di fornire una protezione duratura ed efficace contro un virus in continua evoluzione. La maggior parte dei vaccini Covid si basa sulla proteina spike, ma le infezioni e le reinfezioni sono diventate sempre più frequenti con l’emergere di Omicron e delle sue sottovarianti. Queste varianti accumulano mutazioni nella subunità S1 della proteina spike, eludendo così l’immunità dei vaccini.

La possibile soluzione

Una possibile soluzione potrebbe consistere nel colpire le regioni meno ‘mutabili’ della proteina spike, come la subunità S2. I ricercatori hanno dimostrato che il vaccino sperimentale produce anticorpi ampiamente neutralizzanti, che hanno parzialmente protetto gli animali dall’infezione. I test in provetta hanno anche dimostrato che gli stessi anticorpi hanno neutralizzato altri coronavirus animali e umani.

Più efficace delle dosi booster

Un’altra buona notizia è che il vaccino basato sulla subunità S2 ha indotto risposte anticorpali più ampie e potenti rispetto a una dose booster di un vaccino basato su S1, come quelli attualmente disponibili. Lo dimostrano i test sui topi. Secondo i ricercatori, si potrebbe ottenere un’immunità duratura contro le varianti usando una combinazione di vaccini multivalenti che abbiano come bersaglio varie subunità della proteina spike che tendono a restare conservate.

Articolo precedenteEdward Spitz sbarca per la prima volta in Sardegna con opere a tutela dell’ambiente
Articolo successivoÈ morto a 103 anni James Lovelock, l’inventore della teoria su “Gaia”