Good News

Coronavirus, un uomo acquista la benzina per gli infermieri impegnati in prima linea

Condividi

Allen Marshall ha utilizzato i suoi risparmi per acquistare la benzina agli infermieri e ringraziarli dei loro sforzi durante l’emergenza sanitaria.

Allen Marshall del Michigan è stato elogiato per aver utilizzato i suoi risparmi per acquistare la benzina per gli infermieri che stanno affrontando l’emergenza del coronavirus.

Coronavirus, punizioni contro chi vende prodotti disinfettanti non certificati

Sua moglie lavora al Blue Cross Blue Shield e, dopo averla accompagnata a lavoro, Allen si è recato presso la pompa di benzina della Exxon vicino al Detroit Medical Center con un cartello con scritto “Benzina gratis per gli infermieri”. L’uomo si è recato alla pompa per due giorni consecutivi ed è rimasto li fino a quando non ha finito tutti i soldi. A fine delle due giornate Marshall ha speso 900 dollari per riempire il serbatoio di 25 veicoli appartenenti agli operatori sanitari in prima linea. “Ho pagato la benzina ad un infermiere che lavora al VA Hospital. Stava tornando a casa da lavoro e mi ha detto di essere felice di aver ricevuto benzina gratis. Nessuno li ringrazia a lavoro quindi il mio gesto l’ha reso felice”.

Covid-19, esempi dell’Italia che aiuta: non solo spesa sospesa e paniere solidale

Allen, un ex designer in pensione, stava risparmiando per comprare un affilacoltelli ma si è sentito in dovere di fare qualcosa di carino per gli operatori sanitari: “Io amo quello che fanno e volevo farglielo sapere. Con tutto quello che sta succedendo con il coronavirus volevo ringraziarli e questo era il miglior modo possibile. Non ho veramente bisogno di quell’attrezzo e penso che questo sia un modo migliore per spendere i miei soldi”.

Coronavirus, 800.000 medici scrivono a Trump: posticipare riapertura imprese per la salute degli americani

Dopo aver finito i soldi, Marshall è rimasto fuori dall’ospedale con un nuovo cartello con scritto “Grazie per quello che state facendo”. La storia non è finita qui: una donna, ispirata dal gesto di Allen, ha deciso di contribuire alla causa con altri 200 dollari.

(Visited 51 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago