Riciclo e Riuso

Coronavirus, risolvere il problema dei rifiuti trasformando le mascherine in manto stradale

Condividi

Un gruppo di ricercatori ha trovato un modo per trasformare le mascherine usate in manto stradale, un modo concreto per risolvere il problema dei rifiuti causati dalla pandemia di coronavirus.

Alcuni ricercatori hanno dimostrato come le maschere per il viso usa e getta potrebbero essere riciclate per creare strade, una soluzione concreta ai rifiuti generati dalla pandemia.

Il loro studio mostra che l’utilizzo di materiale riciclato da tre milioni di mascherine è abbastanza per ricoprire una strada a due corsie per un chilometro, impedendo a 93 tonnellate di rifiuti di finire in discarica.

Uganda, dagli scarti della plastica nascono le mascherine per la lettura labiale

Sviluppato dai ricercatori della RMIT University di Melbourne, in Australia, il nuovo materiale per la costruzione di strade è un mix di maschere facciali monouso sminuzzate e macerie da costruzione progettate per soddisfare gli standard di sicurezza dell’ingegneria civile.

 


L’analisi mostra che le maschere facciali aiutano ad aggiungere rigidità e resistenza al prodotto finale, progettato per essere utilizzato per strati di base di strade e marciapiedi.

Lo studio pubblicato sulla rivista Science of the Total Environment è il primo a indagare sulle potenziali applicazioni nell’edilizia civile di maschere chirurgiche usa e getta.

Mascherine, come usarle e differenziarle in maniera corretta VIDEO

L’uso di dispositivi di protezione individuale (DPI) è aumentato notevolmente durante la pandemia COVID-19, con circa 6,8 miliardi di maschere facciali usa e getta utilizzate in tutto il mondo ogni giorno.

Il primo autore della ricerca, il dottor Mohammad Saberian, ha affermato che ora sono necessari approcci multidisciplinari e collaborativi per affrontare l’impatto ambientale del COVID-19, in particolare i rischi associati allo smaltimento dei DPI usati.

“Questo studio iniziale ha esaminato la fattibilità del riciclaggio di maschere per il viso monouso nelle strade e siamo stati entusiasti di scoprire che non solo funziona, ma offre anche vantaggi ingegneristici reali, ha detto Saberian.

Ci auguriamo che questo apra la porta per ulteriori ricerche, per elaborare modi di gestire i rischi per la salute e la sicurezza su larga scala e indagare se anche altri tipi di DPI siano adatti al riciclaggio“.

(Visited 53 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago