Dopo quasi un mese di restrizioni imposte per frenare la diffusione del contagio del coronavirus, l’inquinamento nel nord Italia è decisamente calato.

I livelli di biossido di azoto si sono ridotti chiaramente, come mostrano le immagini del satellite Sentinel 5 del programma europeo Copernicus, gestito da Commissione Europea e Agenzia Spaziale Europea (Esa). Le foto sono state fornite dalla società Serco Italia S.p.a. partner fondamentale di tutto il progetto di diffusione dei dati forniti dal satellite Europeo.

Coronavirus, come si è ridotto l’inquinamento dopo il blocco per fermare il contagio

Articolo precedenteCoronavirus, come si è ridotto l’inquinamento dopo il blocco per fermare il contagio
Articolo successivoCoronavirus e il calo dell’inquinamento dovuto alla quarantena