Home Good News Coronavirus, LEGO produrrà visiere protettive per gli operatori sanitari in prima linea

Coronavirus, LEGO produrrà visiere protettive per gli operatori sanitari in prima linea

LEGO sosterrà gli operatori sanitari in prima linea durante l’emergenza coronavirus, riconvertendo una sua fabbrica per produrre 13,000 visiere protettive al giorno.

In un post pubblicato sulla sua pagina Instagram, LEGO ha annunciato che riconvertirà alcuni macchinari della fabbrica a Billund, in Danimarca, per produrre oltre 13,000 visiere protettive di plastica al giorno.

 

Coronavirus, il cofondatore di Twitter dona un miliardo di dollari alla causa  

Le mascherine saranno distribuite negli ospedali e nelle strutture sanitarie del paese. Sebbene questi visori non offrano la stessa protezione delle mascherine N95 possono comunque fornire una protezione aggiuntiva per gli operatori sanitari che lavorano nelle aree a rischio. “Questa settimana abbiamo iniziato a produrre le visiere i nella nostra fabbrica a Bilund per gli operatori sanitari in prima linea in Danimarca” ha scritto la compagnia “siamo così orgogliosi del team che ha reso questo possibile. Hanno lavorato 24 ore su 24 per sviluppare il progetto e produrre oltre 13,000 visiere al giorno. Siamo grati di avere colleghi così talentuosi, dedicati e premurosi”.

 

Coronavirus, Schwarzenegger consegna 50mila mascherine: “Noi dobbiamo fare la nostra parte”

Non è la prima donazione fatta dalla compagnia durante l’emergenza: qualche settimana fa LEGO, sempre tramite i suoi canali social, ha annunciato che donerà 50 milioni di euro ad Education Cannot Wait, un’organizzazione che fornisce educazione ai bambini in tempi di crisi, mentre la scorsa settimana ha lanciato l’iniziativa #LetsBuildTogether per donare 500,000 set dei suoi iconici mattoncini ai bambini bisognosi durante la pandemia. La compagnia non ha spiegato come distribuirà i set ma ha chiesto ai suoi supporter di costruire un arcobaleno con i mattoncini e postarlo su Instagram insieme all’hashtag.

LEGO, i mattoncini resistono più di 1000 anni in mare prima di decomporsi

LEGO non è l’unica compagnia ad aver dato il suo contributo durante la crisi: Dyson ha prodotto 5,000 ventilatori da donare al sistema sanitario britannico, IKEA ha donato 50,000 mascherine con filtro N95 agli ospedali svedesi mentre una compagnia cinese ha inviato decine di migliaia di mascherine agli ospedali italiani. La squadra di football americano New England Patriots ha utilizzato il proprio jet privato per trasportare 1.2 milioni di mascherine N95 dalla Cina agli ospedali di New York e Boston.