Coronavirus. “La dura lezione dell’Italia l’ha aiutata a tenere sotto controllo la seconda ondata di coronavirus. Mentre la Spagna, la Francia e il Regno Unito soffrono una ripresa del Covid-19, il paese ha saputo adattarsi dopo la prima fase brutale”.

È quanto scrive il Financial Times in un articoli pubblicato sull’edizione online in cui elogia l’Italia, analizzando la gestione del Governo Conte ed il comportamento disciplinato degli italiani.

Coronavirus, Speranza: “sei mesi per vedere la luce e poi vincere la sfida”

Alla base di questa ‘resilienza’ dell’Italia – secondo gli esperti intervistati dal Financial Times – ci sono tre fattori:

  • L’Italia è stato il primo Paese europeo ad affrontare la pandemia e per questo “il sistema sanitario e il governo hanno avuto più tempo per pianificare la fase post lockdown e l’allentamento delle misure restrittive è stato più graduale”. Inoltre, questo ha permesso “al governo maggiore agilità nel reintrodurre le restrizioni, laddove necessario”.
  • “l’alta adesione dei cittadini” alle regole imposte “severi controlli” da parte delle autorità.
  • Un efficace sistema di test e monitoraggio e per questo “c’è fiducia sul fatto che gli sforzi dell’Italia possano continuare a tenere il virus sotto controllo”.

Post Covid, FAO lancia ‘Città Verdi’: il piano per migliorare condizioni di vita in città

Solo qualche giorno fa il giornale britannico The Telegraph riconduceva il successo italiano e la disciplina dimostrata ad un sentimento di paura rimasto nei cittadini dopo che l’Italia era stata colpita per prima ed in maniera molto violenta dal virus.

Un altro elogio al modello italiano è arrivato anche dall’Oms che l’ha definito un esempio di come “con unità nazionale e solidarietà, impegno comune e umiltà anche la situazione peggiore si può invertire”.

“Siamo di fronte a un aumento, anche se blando e controllato, della casistica dei positivi, dei malati gravi e dei ricoveri in terapia intensiva – ha detto il direttore aggiunto dell’Oms, Ranieri Guerraanche se non siamo ancora ai livelli dei nostri vicini, come Spagna e Francia. Questo vuol dire che l’effetto del lockdown molto rigido sta permettendo all’Italia un effetto positivo. L’Italia è stato il Paese che ha reagito con maggiore fermezza rispetto a tutti gli altri”.

Articolo precedenteTerra dei fuochi, la denuncia di Teresa Agovino: “La situazione rifiuti è drammatica” VIDEO
Articolo successivoRoma. Raggi nomina Katia Ziantoni Assessora ai Rifiuti e al Risanamento Ambientale