Breaking News

Coronavirus, commissione d’inchiesta accusa Bolsonaro: “Ha ucciso 600mila persone”

Condividi

La Commissione d’inchiesta del Congresso brasiliano sul coronavirus ha deciso di porre sotto accusa il presidente Jair Bolsonaro, colpevole di omicidio di massa per aver ignorato il problema del coronavirus, causando la morte di oltre 600mila persone. Sotto accusa anche i figli.

Avrebbe lasciato intenzionalmente che il coronavirus dilagasse in Brasile, uccidendo 600mila persone. Queste sono le gravissime accuse della Commissione d’inchiesta del congresso, che ha posto sotto accusa il presidente Jair Bolsonaro e i suoi collaboratori, compresi i figli.

Amazzonia e terapie Covid, Bolsonaro all’Onu si autoelogia: “Nessuno meglio del Brasile”

Come scrive il New York Times la sua sarebbe stata una decisione presa per non compromettere l’economia brasiliana puntando sul raggiungimento dell’immunità di gregge.

 


Le accuse – sostiene il quotidiano americano – riguardano 69 persone compresi i  tre figli del presidente. Bolsonaro sarebbe ritenuto responsabile della morte di oltre 600mila brasiliani: Molte di queste morti erano prevenibili – ha detto il senatore Renan Calheiros, l’autore principale del rapporto – Sono personalmente convinto che sia responsabile dell’escalation del massacro”.

Amazzonia, con Bolsonaro presidente la Foresta è destinata a scomparire

Tra le accuse mosse al presidente c’è aver promosso “farmaci dall’efficacia non testata come l’idrossiclorochina“causando un ritardo di mesi nell’inizio della campagna vaccinale. Le accuse di “omicidio” e “genocidio delle popolazioni indigene” sono state ritirate all’ultimo minuto a causa del dissenso all’interno della Commissione.

 


La relazione conclusiva sarà inviata all’ufficio del procuratore, che è l’unico organo competente per giudicare le persone accusate dalla Commissione. Il governo è sereno. Possiamo criticare l’atteggiamento del presidente, ma non incriminarlo“, ha detto al sito dell’Uol Fernando Bezerra, capo del blocco parlamentare del governo al Senato. Il senatore Flávio Bolsonaro, figlio del presidente, ha invece bollato come “macabri” i racconti di alcuni famigliari delle vittime da Coronavirus ascoltati in Commissione, contestando loro di essere dei militanti politici.

 

(Visited 42 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago