Breaking News

Cop26, Milano è pronta ad accogliere Greta e la Youth4Climate

Condividi

Milano si prepara ad essere la capitale green del pianeta e a dare il via alla settimana di focus sul clima, in programma dal 28 settembre al 2 ottobre, in occasione della Cop26 che si terrà a Glasgow dal 31 Ottobre al 12 Novembre 2021.

Ad aprire le giornate sarà la “Youth4Climate: Driving Ambition” che, fino al 30 settembre, vedrà 400 giovani provenienti da tutti i paesi del mondo (anche due dall’Afghanistan), guidati dalle leader ambientaliste Greta Thumberg e Vanessa Nakate, impegnati  nella redazione delle “ultime raccomandazioni” per fermare la crisi climatica.

Raccomandazioni che saranno poi consegnate ai big del Pianeta e che saranno discusse durante la PreCop26, la riunione dei ministri preparatoria della Cop26, la conferenza mondiale dell’Onu sui cambiamenti climatici in programma a Glasgow dall’1 al 12 novembre.

Clima, giovani ed esperti insieme per scrivere la roadmap del futuro

Per il Ministero della Transizione Ecologica, i due temi chiave degli eventi internazionali saranno: “un forte messaggio intergenerazionale dai giovani verso i potenti della terra per arginare il global warming, un grande impegno dei Governi del mondo per alzare la posta nella sfida per il clima”.

Ad aprire i lavori dei giovani saranno il Ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani; il presidente della Cop26, il Alok Sharma; il segretario della Convenzione delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, Patricia Espinosa, ed il sindaco di Milano Giuseppe Sala.

Draghi: “la crisi climatica è un’emergenza come quella pandemica”

In programma anche gli interventi delle due giovani attiviste, la svedese Greta e l’ugandese Vanessa che porteranno la voce dei ragazzi del nord e del sud del mondo uniti nella battaglia per il loro futuro.

Quattro i temi al centro del confronto:

  • Ambizione climatica,
  • Ripresa sostenibile dopo la pandemia,
  • coinvolgimento degli attori non statali,
  • una società più consapevole delle sfide climatiche.

Al termine dei lavori dei quattro gruppi, verrà redatta una sintesi che sarà contenuta nel documento che il 30 settembre i giovani illustreranno dinanzi al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al premier Mario Draghi e al primo ministro britannico Boris Johnson e consegneranno ai 51 ministridell’Ambiente che si riuniranno per la PreCop.

Al termine dell’inaugurazione, la riunione ministeriale, a cui saranno presenti il Capo dello Stato e i due premier, approfondirà i temi della trattativa internazionale per creare le condizioni di un accordo alla Cop26 di Glasgow sui principali temi sul tappeto, in primis, “le misure per l’adattamento ai cambiamenti climatici che – ricorda il Mite – con il moltiplicarsi per frequenza e intensità degli eventi estremi diventa di cruciale importanza specie nei paesi meno ricchi“.

(Visited 61 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago