Cop26, il discorso di Barack Obama: “Siamo lontanissimi da dove dovremmo essere, l’impazienza dei giovani è vitale”. C’è però chi attacca l’ex presidente Usa: Vanessa Nakate lo accusa di tradimento.

Cop26, boom di presenze per il discorso di Barack Obama. “Dalle isole della Terra, in prima fila ad essere minacciate per il surriscaldamento globale, arriva un allarme simile a quello dei canarini che segnalano fughe di gas e incidenti nelle miniere di carbone. Tutti abbiamo un compito da svolgere e sacrifici da fare, io stesso sono figlio di un’isola, essendo cresciuto alle Hawaii. Le isole ci dicono che se non agiamo, sarà troppo tardi” – ha spiegato l’ex presidente degli Stati Uniti, in carica dal 2009 al 2017 – “Negli Usa, alcuni dei nostri progressi sulla lotta al cambiamento climatico si sono fermati quando Donald Trump, il mio successore, ha deciso di ritirarsi unilateralmente dall’Accordo di Parigi nel suo primo anno di mandato. Non sono stato contento di questo, il negazionismo climatico e l’avversione nei confronti della scienza, insieme alla mancanza di solidarietà internazionale tra tutti gli Stati ci hanno portato a questo punto“.

Cop26: cos’è, che obiettivi si pone e perché è così importante per il pianeta

Barack Obama fa poi il punto della situazione e lancia un monito: “Siamo lontanissimi da dove dovremmo essere. Nonostante i progressi rappresentati da Parigi, per cominciare, la maggior parte dei Paesi non è riuscita minimamente a soddisfare i piani stabiliti sei anni fa. È importante riconoscerlo, nelle Hawaii c’è un detto che invita a stare uniti per andare avanti. I piani attuali non rispettano il target degli 1,5°C e ogni grado che riusciamo a ridurre conta“. L’ex presidente degli Stati Uniti poi aggiunge: “Tutti noi abbiamo un ruolo da svolgere e sacrifici da fare. Noi che siamo più ricchi abbiamo contribuito ad aggravare il problema e quindi abbiamo ora un peso in più da sostenere per aiutare e assistere chi è meno responsabile o meno ricco, ma allo stesso tempo è più vulnerabile“.

Cop26, Vanessa Nakate: “Un altro mondo è possibile, ma dalle parole occorre passare ai fatti”

L’ex presidente degli Usa condanna anche due grandi assenti della Cop26: la Russia e la Cina. “È stato particolarmente scoraggiante vedere i leader di due dei più grandi emettitori declinare di partecipare al programma, mentre i loro piani nazionali riflettono una pericolosa assenza di urgenza” – ha spiegato Barack Obama – “Questa è una vergogna. Abbiamo bisogno che le economie avanzate, come gli Usa e l’Europa, guidino il mondo su questo problema, ma abbiamo bisogno anche di Cina, India, Russia, Indonesia, Sudafrica e Brasile. Non possiamo permetterci nessuno ai margini“.

 

Barack Obama si rivolge poi ai giovani che da anni manifestano per la Terra. “L’impazienza dei giovani è vitale per spingere i leader mondiali ad agire contro la crisi climatica. Bisogna garantire quell’impegno senza il quale tante persone si sentirebbero scoraggiate. I lavori di questa Cop26 ci hanno permesso di raggiungere dei progressi che, pur non essendo abbastanza, sono reali. Il tempo sta scadendo, dobbiamo fare di più a livello individuale e collettivo” – ha spiegato l’ex presidente degli Stati Uniti – “Avete ragione ad essere arrabbiati, la mia generazione non ha fatto abbastanza ma dovete canalizzare questa rabbia. Questa è una maratona, non uno sprint, e dovete convincere chi non è d’accordo con voi o resta indifferente“.

 

Il discorso di Barack Obama, probabilmente, non ha convinto Vanessa Nakate. L’attivista climatica ugandese, qualche ora fa su Twitter, ha accusato apertamente l’ex presidente degli Stati Uniti di tradimento: “Quando avevo 13 anni, nel 2009, avevi promesso 100 miliardi di dollari per finanziare la lotta al cambiamento climatico. Gli Stati Uniti hanno tradito le loro promesse, questo costerà perdite di vite umane in Africa. Il Paese più ricco della Terra non contribuisce abbastanza ai fondi salvavita. Tu vuoi incontrare i giovani della Cop26, noi vogliamo i fatti“.

Articolo precedenteCop26, i negoziati della prossima settimana: dal prezzo del carbonio allo stop ai motori a combustione
Articolo successivoRoma, continua il piano di pulizia straordinaria delle strade