PoliticaTerritorio

COP25, il Governo Cileno annulla la Conferenza Onu sui cambiamenti climatici VIDEO

Condividi

Il presidente cileno Sebastian Pinera ha deciso di annullare la COP25, la Conferenza Onu sui cambiamenti climatici che quest’anno sarebbe dovuta essere a Santiago, a causa delle manifestazioni di protesta del popolo cileno contro il recente aumento del costo della vita.


Il presidente Sebastian Pinera ha annunciato questa mattina che il Cile non ospiterà più i vertici Asia-Pacifico (Apec) e della Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (Cop25) a causa delle proteste verificatesi nel paese latinoamericano nelle ultime settimane.

E’ una decisione molto difficile che ci ha causato parecchio dolore“, ha detto il capo dello Stato annunciando la notizia, ammettendo che “un presidente deve sempre mettere i propri connazionali davanti a qualsiasi altra valutazione“.

Clima, il Segretario generale dell’ONU: “Stiamo perdendo la battaglia” VIDEO

L’annullamento dei due vertici consentirà al governo di concentrarsi sulle esigenze sociali richieste dai cittadini e rispondere così alle loro richieste.

Sono infatti giorni che il popolo cileno è sceso in piazza a protestare pacificamente contro i recenti aumenti del costo della vita, dal prezzo del biglietto della metro alle spese sanitarie, con l’apice raggiunto pochi giorni fa dove oltre un milione di persone si sono riunite nella piazza principale di Santiago per protestare contro l’attuale governo.

Il Presidente ha promesso di ascoltare la popolazione, ad iniziare da un rimpasto del governo con la sostituzione dei Ministri dell’Economia, dei Trasporti e della Sanità , e una politica economica più comprensiva. Promesse che però non sono servite a placare le proteste di piazza.

Clima, l’Italia e le altre nazioni al banco di prova del Summit Mondiale dell’ ONU

Ogni anno per 25 anni, le nazioni del mondo si sono riunite nella “Conferenza delle Parti” convocata dalle Nazioni Unite per discutere le soluzioni alla crisi climatica.Si è raggiunto un apice in questo processo alla COP21, che si è tenuta a Parigi e che ha visto la creazione dell’accordo di Parigi sul clima per limitare le emissioni di gas serra.

Quest’anno la Cop25 si sarebbe dovuta tenere a Santiago dal 2 al 13 dicembre,dopo il rifiuto del presidente Bolsonaro ad ospitarla in Brasile, ma adesso si dovrà cercare un’altra sede.

Cop25, 36 ragazzi seguono l’esempio di Greta: arrivare a Santiago del Cile a bordo di un veliero

L’anno prossimo la Conferenza sui cambiamenti climatici sarà invece condivisa tra l’Inghilterra e l’Italia, con eventi e conferenze in entrambe le nazioni.

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago