COP24, DELUSIONE. IL RISCHIO E’ QUELLO DI VANIFICARE OGNI SFORZO PER SALVARE IL PIANETA

Cop24.  Per molti aspetti l’incontro Cop24 di Katowice faceva presagire ad un cambiamento di rotta positivo. Negli ultimi due mesi, quelli successivi al rapporto IPCC, la sensazione era quella di vivere una rinnovata presa di coscienza sui Cambiamenti Climatici. Ma ad un giorno dalla fine degli  incontri, lo spettro degli interessi economici sembra avere eclissato tutti i buoni propositi.

L’atmosfera che si respira nelle sale che ospitano la Cop 24 nella città polacca resta pesante. “L’Arabia Saudita, la Russia, il Kuwait e soprattutto gli Stati Uniti sono nazioni senza scrupoli”, ha affermato Mohamed Adow, dell’associazione Christian Aid. Ma la realtà è che – come confermato da numerose Ong in un comunicato – soltanto qualche nazione ha adottato seriamente una strategia per contenere la crescita della temperatura media tra 1,5 e 2 gradi centigradi entro la fine del secolo”.

Proprio poche settimane, prima dell’inizio della Cop 24, non a caso un rapporto del Climate Action Network aveva, ad esempio, bocciato senza appello i paesi europei. Affermando che nessuno di loro ha fatto ancora ciò che è necessario per allinearsi all’Accordo di Parigi.

Cop24, blitz “agire ora per restare a galla”, Roma

Anche per questo gli stati africani sono arrivati a Katowice con la ferma intenzione di tentare di smuovere le cose. Al microfono della radio francese Rfi, il rappresentante della Comunità economica dell’Africa centrale, Honoré Tabuna, ha ricordato che “il lago Ciad è passato da un’estensione di 25mila chilometri quadrati, negli anni Sessanta, agli attuali 2.500. Cos’altro deve accadere perché si agisca rapidamente? Occorre stanziare immediatamente il denaro necessario per aiutare le nazioni più colpite”.

Eppure la questione dei 100 miliardi di dollari di trasferimenti dai paesi ricchi a quelli più poveri, per consentire a questi ultimi di adattarsi ai cambiamenti climatici, figura ancora tra i nodi da sciogliere. Nonostante lo stanziamento sia stato promesso alla Cop 15 di Copenaghen, nell’ormai lontanissimo 2009. Per ora non si è superata la metà della cifra.

Cop24, blitz “agire ora per restare a galla”, Taranto

E il tempo stringe. “Perdere l’occasione che abbiamo qui a Katowice – ha concluso senza mezzi termini il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres – comprometterebbe la nostra ultima possibilità di combattere i cambiamenti climatici. Ciò non sarebbe soltanto immorale. Sarebbe un suicidio”.

COP24, PRIMA SETTIMANA NERA COME IL CARBONE. LA SCIENZA DEL CLIMA NON E’ UN CALCOLO POLITICO

COP24, IL RAPPORTO IPCC SUL CLIMA NON VIENE ADOTTATO. ARABIA SAUDITA, RUSSIA, USA E KUWAIT BLOCCANO IL TESTO

COP 24, POLONIA. PERCHÈ È IMPORTANTE E QUALI SONO GLI OBIETTIVI

(Visited 59 times, 1 visits today)

Leggi anche

Diretta Live
Diventa Green!