Home Attualità Inquinamento Un contadino tedesco porta Volkswagen in tribunale: “È responsabile della crisi climatica”

Un contadino tedesco porta Volkswagen in tribunale: “È responsabile della crisi climatica”

volkswagen causa inquianmento

L’agricoltore tedesco Ulf Allhoff-Cramer e Greenpeace Germania hanno deciso di fare causa alla Volkswagen perché – in quanto seconda casa automobilistica del mondo – sarebbe colpevole, insieme ad altri, dei cambiamenti climatici che stanno intaccando la coltivazione biologica

Per molti è una forzatura. Per altri solo il primo passo per chiedere alle multinazionali di fare la propria parte contro il cambiamento climatico. Sta di fatto che la Volkswagen è stata portata in tribunale da un agricoltore perché accusata di contribuire alla crisi climatica.

La storia è stata resa nota da Greenpeace Germania che ha deciso di affiancare Ulf Allhoff-Cramer nella sua causa contro la casa automobilistica tedesca.

L’accusa è la seguente: l’attività di Volkswagen produce alte quantità di anidride carbonica; queste sono la maggiore causa dei cambiamenti climatici che, tra le altre cose, stanno danneggiando i campi, il bestiame e più in generale la produzione agricola; quindi l’attività del signor Allhoff-Cramer sarebbe danneggiata direttamente dall’attività inquinante della casa produttrice di automobili.

Volkswagen in tribunale: inquina troppo

La Volkswagen non è nuova ad accuse relative all’inquinamento (la più famosa è quella sul cosiddetto dieselgate) ma un’accusa così diretta da parte di un cittadino che non ha nulla a che fare con la compagnia non si era mai vista.

L’intenzione, chiaramente, è quella di mettere i dirigenti del gruppo con le spalle al muro sulla questione ambientale. La richiesta avanzata da Allhoff-Cramer e da Greenpeace, infatti, è che l’azienda riduca entro il 2030 le sue emissioni di CO2 del 65% rispetto al 2018.

Da parte sua, il gruppo automobilistico si dice impegnato nella lotta alla crisi climatica. “Volkswagenhanno dichiarato dalla casa madreè sinonimo di protezione del clima e rapida decarbonizzazione del settore dei trasporti, ma non può affrontare questa sfida da sola”.

La transizione ecologica, dicono dall’azienda, dipende da tante variabili tra cui le decisioni del governo, lo sviluppo delle tecnologie e i comportamenti dei consumatori.

Volkswagen, inoltre, ha annunciato che chiederà l’archiviazione della causa perché, dicono, “le controversie nei tribunali civili attraverso azioni legali contro singole società non sono il luogo o il mezzo” per risolvere la questione climatica.

 

Articolo precedentePeste suina, a Roma ancora cinghiali e nuovi casi. Gli esperti suggeriscono il lockdown
Articolo successivoSi terrà a Torino il Climate Social Camp, attesi attivisti da tutta Europa (e anche Greta Thunberg)