AttualitàInquinamento

CONOU, una green challenge online per salvare l’ambiente

Condividi

Ambiente. Metti un pomeriggio, due digital gamers, un ingegnere influencer green e un pubblico di giovani follower. Sono gli ingredienti essenziali della seconda #GreenLeagueHeroChallenge, la sessione online di gioco realizzata dal CONOU, il Consorzio Nazionale per la Gestione, Raccolta e Trattamento degli Oli Minerali Usati, sulla piattaforma social Twitch.

Un format di edutainment a tema ambientale che ha coinvolto migliaia di ragazzi, chiamati sui loro canali Twitch dai talent Kafkanya e Terenas e dall’influencer nonchè ingegnere ambientale Teresa Agovino, a sfidarsi in uno streaming live con i giochi della nuova app CONOU Green League (Garble, Snuck e Oil Buster Reloaded).

Tra partite ai giochi di Green League e talk su temi ambientali, i tre influencer si sono alternati interagendo con la community chiamata a rispondere a quiz e domande all’interno di una formula interattiva che ha visto l’attivazione costante dei giovani seguaci in un dialogo tutto ludico ma improntato alla valorizzazione di contenuti e green tips.

Marevivo, presentati i risultati della campagna nazionale contro l’abbandono di mozziconi di sigaretta

Un modo divertente e spensierato per parlare di rispetto per l’ecosistema e promozione delle buone prassi di gestione dei rifiuti, risparmio delle risorse naturali e di energia e lotta al cambiamento climatico, una sfida comune all’altezza di tutti.

Il CONOU replica così, rilanciandola con la novità del coinvolgimento di una influencer ambientale, la prima iniziativa social su Twitch dello scorso giugno, quando si era svolto un evento digitale affidato alla conduzione di due noti personaggi della scena social italiana come Kurolily e Hemerald che avevano intrattenuto il pubblico in un doppio appuntamento di gioco live ad alto gradimento.

“Sin dalle origini del Consorzio abbiamo messo in campo iniziative e progetti di comunicazione e sensibilizzazione rivolti al grande pubblico, in particolare ai ragazzi delle scuole e ai giovani che un domani saranno cittadini adulti – ha affermato Paolo Tomasi, Presidente del CONOU – oggi in maniera sempre più decisa i buoni comportamenti in tema di ambiente fanno parte delle prassi di molti teenager e come CONOU, siamo chiamati a fare in modo che questo già ampio target sia in continua crescita”.

Plastica? No, un materiale dallo stesso aspetto ma che si scioglie in acqua in poco tempo

Per Tomasi, “il ricorso alle forme di interazione così efficaci e dirette rese possibili dai canali social in costante fermento è quindi una scelta che intendiamo percorrere appieno perché rappresenta il miglior modo per dare applicazione al nostro mandato di coinvolgimento e informazione della cittadinanza e puntualmente delle giovani generazioni”

L’iniziativa di edutainment, ideata e coordinata da eprcomunicazione, agenzia specializzata in comunicazione ambientale che cura la strategia integrata del CONOU, ha ricevuto per la sua attivazione il contributo di E-LISE, realtà innovativa specializzata in Electronic live & series nata dalla joint venture tra 247Production e Arkadia.

(Visited 20 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago