Comunità energetiche, un trend in crescita nel nostro Paese?

“Questa forma di produzione decentralizzata permetterà la sicurezza energetica e la certezza di avere energia”, Cimini,AD della Western Co.

Intervista a cura di Stefano Zago, direttore responsabile TeleAmbiente. 

Il trend delle comunità energetiche in Italia è in crescita? Quali sviluppi ci sono? Ce lo spiega Giovanni Cimini, AD della Western Co, precursore delle rinnovabili e di un’idea che oggi sfocia anche con le comunità energetiche, presente alla fiera Ecomondo tenutasi a Rimini lo scorso novembre.

Con i programmi di adesso, il prezzo dell’energia, molti si stanno guardando intorno e stanno facendo impianti. Il fatto che in Italia abbiamo per primi una legge che ci permette di fare autoconsumo collettivo, le comunità energetiche, questo favorirà uno sviluppo per le imprese e per i consumatori. Qui si parla intorno al 40% di risparmio. Una forma di energia che viene dal basso, cittadini e non solo che si mettono insieme e producono e consumano la propria energia. Ci abbiamo investito tanto, anche su tutto l’hardware delle piattaforme in blockchain che ci garantiscono dati“.

E aggiunge: “Qui c’è ancora chi parla di nucleare, ed è pazzesco. Questa forma di produzione decentralizzata permetterà la sicurezza energetica e la certezza di avere energia”.

Articolo precedenteIn Umbria un nuovo polmone verde da 400 mila ulivi
Articolo successivoRussia, migliaia di foche trovate morte sulle coste del Mar Caspio. VIDEO