Il Ministero dell’Ambiente e della sicurezza energetica ha avviato la fase di consultazione pubblica che Pichetto Fratin ha richiesto prima dell’approvazione di un nuovo decreto sulle Cer, le comunità energetiche rinnovabili

È finalmente cominciata la consultazione pubblica sulle Comunità energetiche rinnovabili voluta dal ministro dell’Ambiente e della sicurezza energetica Gilberto Pichetto Fratin. Una consultazione che ha l’obiettivo di coinvolgere istituzioni pubbliche e private e associazioni nel processo di stesura e approvazione del decreto che il ministero si è detto pronto ad approvare.

E dunque, fino al 12 dicembre, sarà possibile inviare osservazioni e proposte al ministero che le utilizzerà per stendere il testo normativo in cui verranno indicati “criteri e modalità per la concessione di incentivi volti a promuovere la realizzazione” delle Comunità energetiche rinnovabili. 

CER, decreto necessario per snellire il processo di approvazione

Un decreto che diventa sempre più necessario considerando che sono tantissime le potenziali Comunità energetiche che non riescono a nascere – o a diventare operative – a causa della burocrazia. Delle 100 comunità energetiche mappate da Legambiente fino a giugno 2022, soltanto 16 sono riuscite a completare l’iter di attivazione presso il GSE e, di queste, solo 3 hanno ricevuto i primi incentivi statali.

Chiaro, dunque, che bisogna snellire il processo. Così come è necessario abbattere le barriere burocratiche relative ai grandi impianti rinnovabili che spesso restano al palo a causa di tempi lunghissimi per le approvazioni ministeriali che spesso neanche arrivano.

Fotovoltaico, nei primi mesi del 2022 istallati 1,6 GW di potenza energetica 

Ma le energie rinnovabili sono l’unico modo che abbiamo per risolvere contemporaneamente la crisi energetica e quella climatica. Primi, importantissimi, passi in avanti l’Italia li ha già fatti.

Basti guardare ai dati relativi ai nuovi impianti fotovoltaici installati nel nostro Paese nei primi 9 mesi del 2022. Da gennaio a settembre scorsi l’Italia ha installato 1,6 GW di nuova capacità solare, per un totale di oltre 12mila impianti, tra sistemi grandi e piccoli. Più del doppio di tutto il 2021.

Articolo precedenteMaltempo, Coldiretti: “In 50 anni – 30% campagne, causa frane”
Articolo successivoIschia, l’Italia non ha mai approvato il Piano di adattamento al climate change. Il video