Home Attualità Comune di Terni, contributo per auto elettriche ed ibride

Comune di Terni, contributo per auto elettriche ed ibride

Comune di Terni, contributo per auto elettriche ed ibride

Il comune di Terni con una delibera di Giunta ha riaperto il bando con i contributi economici per la sostituzione di veicoli inquinanti e l’acquisto di veicoli a basso impatto ambientale.

La delibera, proposta dall’assessore all’ambiente Benedetta Salvati, mette a disposizione ulteriori 103mila euro per l’acquisto di auto a basso impatto.

In precedenza con lo stesso bando erano già state erogate e assegnate due tranche da 333mila e 244mila euro, che hanno consentito di contribuire all’acquisto di oltre 170 veicoli.

“Questo ulteriore bando, come gli altri che l’hanno preceduto – spiega l’assessore e vicesindaco Benedetta Salvatiintende incentivare nella Conca Ternana la sostituzione degli autoveicoli privati più inquinanti con veicoli a minore impatto ambientale, con l’obiettivo di diminuire l’inquinamento atmosferico e si è già dimostrato efficace aiutando molti cittadini a sostituire i loro vecchi veicoli. Ricordiamo che, allo stesso tempo, si sta intervenendo sul trasporto pubblico e con le altre misure a tutela della qualità dell’aria”.

I fondi per la sostituzione delle auto, complessivamente 680mila euro per Terni e Narni, derivano dall’Accordo di programma per l’adozione coordinata e congiunta di misure per il risanamento della qualità dell’aria nella Conca ternana, a seguito dell’impegno del Ministero dell’Ambiente che ha contribuito con 4 milioni di euro complessivi, all’attuazione da parte della Regione Umbria degli impegni previsti per il risanamento dell’area e la riduzione delle emissioni prodotte dal traffico veicolare.

I contributi vengono concessi se il cittadino interessato (residente del Comune di Terni e nel Comune di Narni) procede alla rottamazione di veicoli a benzina o diesel Euro 0, Euro 1, Euro 3, Euro 4 e al conseguente acquisto di veicoli a basso impatto ambientale (elettrici o ibridi). I finanziamenti riguardano l’acquisto di una autovettura M1 di prima immatricolazione o già immatricolata nell’anno 2021 o 2022 ed intestata ad una casa costruttrice di veicoli o ad un concessionario ed acquistate presso un concessionario (“Km Zero”).

L’entità del contributo è di:

– Euro 4.000 per veicoli ad alimentazione elettrica, del tipo a batteria o a batteria con range extender (BEV con REX);
– Euro 3.000 per veicoli ad alimentazione ibrida elettrica benzina plug-in (PHEV) o full hybrid

Previous articleCrisi energetica, bollette bruciate in piazza in diverse città d’Italia. Il video
Next articleEconomia circolare, Lombardi: “Il mondo ci dice di andare verso il recupero di materia”