La Commissione Europea vuole sospendere parte dei benefici commerciali concessi alla Cambogia per aver violato ripetutamente i diritti umani.

La Commissione Europea ha spiegato che sospenderà una parte dei suoi benefici commerciali concessi alla Cambogia a causa delle sistematiche violazioni dei diritti umani nel paese.

Clima, le Filippine denunciano 47 compagnie fossili per violazione dei diritti umani

La Cambogia perderà circa il 20% dei suoi diritti preferenziali ottenuti con il trattato Everything but Arms, che l’Unione offre ai 48 paesi più poveri del mondo. La percentuale equivale ad un valore di 1 miliardo di euro di esportazioni dalla Cambogia verso l’Europa. La Commissione rimpiazzerà le agevolazioni previste dal trattato con le tariffe standard per lo zucchero, i capi di abbigliamento e le calzature; nel caso dei capi d’abbigliamento, la tariffa standard sarà del 12%.

La Commissione ha spiegato che continuerà a supportare la diversificazione dei prodotto della Cambogia e le industrie emergenti del paese e i capi d’abbigliamento e le calzature di alta qualità potranno continuare a godere dei benefici del trattato. I cambiamenti avverranno il 12 agosto 2020, a meno che i Consiglio o il Parlamento Europeo non si oppongano. La Commissione ha spiegato in un report di dover interrompere il trattato perché il Primo ministro Hun Sen ha distrutto le opposizioni, la società civile e i media negli ultimi tre anni.

Emergenza climatica, in futuro a rischio i diritti umani

L’Unione Europea non starà ferma a guardare mentre la democrazia viene distrutta, i diritti umani violati e il libertà d’espressione silenziata” ha spiegato l’Alto rappresentante Josep BorrellPer tornare alle condizioni precedenti, le autorità cambogiane dovranno prendere le misure necessarie”. Le più grandi multinazionali della moda come Adidas, Puma e Levis Strauss hanno chiesto alla Cambogia di attuare le riforme ma Hun Sen ha spiegato che non intende piegarsi alle volontà dell’Occidente.

Amazzonia, gli indigeni chiedono aiuto all’Unione Europea

La Cambogia è stato il secondo beneficiario dell’EBA nel 2018, dietro solo al Bangladesh. Le esportazioni hanno raggiunto i 5.4 miliardi di euro, il doppio rispetto al 2013.

Articolo precedenteEverest, il Nepal manda l’esercito per raccogliere i rifiuti ma gli sherpa si oppongono
Articolo successivoGiornata del gatto, ecco la storia di Vituzzo il micio “bionico”