Roma

50 ANNI DEL CLUB DI ROMA, UN SUMMIT INTERNAZIONALE SUL CLIMA

Condividi

Club di Roma. Il 18 ottobre all’ interno dell’ Istitutum Patristicum Augustinianum si è svolto il summit per il cinquantennale del Club di Roma.

Quattro priorità per arrestare la febbre del pianeta a 1,5 gradi:  eliminazione delle fonti fossili entro il 2050, stop immediato a nuove ricerche di depositi di carbone, fine dei sussidi a petrolio, carbone e gas e loro riutilizzo per lo sviluppo delle rinnovabili.

Tra i tanti interventi per lo più internazionali, anche il professor Enrico Giovannini dell’Università di Tor Vergata, nonché portavoce per l’associazione Asvis e Enrico Starace, Ceo e General manager del gruppo Enel.

Tra le proposte del professor Giovannini, c è quella di inserire all’interno della Costituzione il tema Sviluppo Sostenibile, “una proposta” dice – “dove anche l impatto della Co2 nelle decisioni politiche deve essere tenuta in forte considerazione”.

Inoltre, una breve analisi sul costo del personale termine al quale si oppone ritenendo la forza lavoro una delle risorse principali nelle nuove strategie economiche mondiali.

Spende parole positive Enrico Starace sul percorso già in atto di trasformazione dalla dipendenza combustibili fossili. Le rinnovabili sono il presente e non più un alternativa anche se le fossili non andranno avanti. È di contro naturale che chi le possiede cerchi di difenderle.

(Visited 105 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago