Attualità

Clima, Ue adotta nuova Agenda Strategica. Cambiamento Climatico è “minaccia esistenziale”

Condividi

Clima. Quattro priorità: “proteggere i cittadini e le libertà; sviluppare una base economica forte e vibrante; costruire un’EUropa neutrale sul clima, verde, equa e sociale; promuovere gli interessi e i
valori europei sulla scena globale”.

E’ questo il contenuto della “Nuova agenda strategica” europea, che i capi di Stato e di governo hanno adottato nel Vertice Ue di oggi.

Un documento di cinque pagine che servirà come programma base per la legislatura 2019-2024.

 

Cosa prevede la nuova agenda strategica:

Capitolo 1: Protezione dei cittadini e della libertà.
“L’Europa – si legge – deve essere un luogo in cui le persone si sentono libere e sicure”, “l’Ue deve proteggere i suoi cittadini contro le minacce esistenti e emergenti e difendere i
loro diritti e le loro libertà”.

Quanto all’immigrazione: “dobbiamo sapere e essere quelli che decidono chi mette piede nel territorio Ue. Il controllo effettivo della frontiera esterna e’ un prerequisito assoluto per mantenere la legge e l’ordine e assicurare il funzionamento delle politiche Ue”.

Sul fronte democratico, il documento indica la necessità di proteggere l’Ue “da cyber-attacchi e guerre ibride” e di “combattere gli effetti destabilizzanti della disinformazione”.

Il testo fa poi riferimento all’importanza dello “stato di diritto” che deve essere
“pienamente rispettato da tutti gli Stati membri”.

Clima, lo scioglimento dei ghiacci dell’Artico sta rilasciando sostanze tossiche e inquinanti

Capitolo 2: Economia, completamento del mercato interno e sfida della trasformazione digitale

“L’Ue deve lavorare a tutti gli aspetti della rivoluzione digitale e dell’intelligenza artificiale”. Inoltre, “c’è la necessità di una politica industriale più ambiziosa, comprensiva e coordinata”.

Quanto al commercio e la minaccia Cina, “sarà vitale – dice il documento – promuovere la parità di condizioni” e assicurare una “concorrenza equa dentro l’Ue e sulla scena globale combattendo le pratiche scorrette e i rischi di sicurezza da parte di paesi terzi”.

Parchi per il Clima, al via maxi fondo da 85 milioni di euro per ridurre Co2

Capitolo 3: l’ambiente e la lotta al cambiamento climatico

Il cambiamento climatico viene considerato come una “minaccia esistenziale”.

L’Ue può e deve essere leader – riporta il documento – avviando una trasformazione profonda della nostra economica e società per realizzare la neutralità climatica”.

Manca tuttavia la data del 2050 entro cui raggiungere le emissioni zero.

Il testo sottolinea che “le disuguaglianze, che colpiscono in particolare i giovani, costituiscono un rischio politico, sociale e economico maggiore” ed è un “dovere fornire opportunità per tutti”.

“Una protezione sociale adeguata, mercati del lavoro inclusivi e la promozione della coesione aiuteranno l’Europa a preservare il suo modo di vita”.

Cop26, partnership Italia -Regno Unito. Costa: “Due paesi che hanno posto come priorità il contrasto al cambiamento climatico”

Capitolo 4: politica estera.

L’Ue deve essere “più assertiva e più potente”, ma questo richiede “più unità” da parte degli Stati membri.

(Visited 46 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago