ClimaPolitica

Clima, esce la relazione degli Stati Uniti: non accadeva dal 2017, Trump l’aveva bloccata

Condividi

Clima, esce la relazione degli Stati Uniti. Non accadeva dal 2017, quando i report furono bloccati per volere dell’ex presidente Donald Trump. I nuovi dati mostrano chiaramente l’emergenza legata al cambiamento climatico.

I ghiacciai si stanno sciogliendo, il livello dei mari si sta alzando e aumenta la violenza dei fenomeni meteorologici: tutto questo a causa soprattutto dell’uomo. Non si tratta certo di una novità, ma ora a certificarlo è l’Agenzia di protezione ambientale (EPA) degli Stati Uniti, a quattro anni di distanza dall’ultimo report. Il precedente aggiornamento risale infatti al 2017 e i dati non erano stati più aggiornati per volere di Donald Trump che ha sempre definito il cambiamento climatico “una bufala”. La nuova relazione assume una portata storica perché, come ricorda la BBC, mai l’EPA aveva attribuito il riscaldamento globale direttamente all’attività umana. “Non era accaduto neanche durante la presidenza Obama“, spiega un portavoce dell’Agenzia.

 

Michael Regan, dirigente dell’EPA, ha spiegato: “Combattere il cambiamento climatico non è più una scelta, ma una necessità”. Nella nuova relazione emergono gli effetti disastrosi già causati dal cambiamento climatico, sulla base dei dati forniti da diversi enti e agenzie statunitensi. Le inondazioni delle città costiere, ad esempio, oggi sono cinque volte più frequenti rispetto a quanto accadeva negli anni ’50 del XX secolo. L’allarme viene posto anche sui ghiacciai dell’Artico e sull’aumento delle temperature delle acque negli oceani (con un record storico raggiunto nel 2020). Ma anche sull’inizio prematuro e la fine tardiva delle stagioni degli incendi e delle allergie da polline, le ondate di caldo tre volte più frequenti rispetto a 50-60 anni fa e l’aumento spaventoso di richiesta di energia in estate a causa del sempre più diffuso utilizzo di condizionatori.

America the Beautiful, il piano di Biden e Harris per proteggere il territorio e la fauna degli Usa

Gli effetti del cambiamento climatico non sono solo a lungo termine, ma si possono notare anche nel breve e con gravi ripercussioni per la salute. Si pensi alla malattia di Lyme, causata da un virus che viene trasmesso all’uomo dalle zecche: i casi sono quasi raddoppiati dal 1991 a oggi e negli ultimi anni sono comparsi anche in aree un tempo impensabili. Tra le nuove aree interessate, ad esempio, ci sono alcune zone del Canada dove una volta, a causa delle temperature medie più rigide, le zecche non potevano sopravvivere e proliferare.

(Visited 29 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago