Il mese di settembre del 2020 sarà ricordato tra le altre cose per essere il settembre più caldo da quando vengono registrate le temperature, ennesimo segno del riscaldamento globale a cui sta andando incontro la terra.

Il mese di settembre appena passato è stato dichiarato il settembre più caldo della terra da quando vengono registrate le temperature, cioè dal 1880, secondo gli scienziati del NOAA, Centro Nazionale di Informazione Ambientale.

Clima, il nuovo rapporto McKinsey: “Nel 2050 ondate di calore mortali”

Le temperature dello scorso mese hanno anche contribuito alla tendenza del 2020 che lo ha segnato come un anno straordinariamente caldo, arrivando globalmente ad essere il secondo anno più caldo in oltre 141 anni.


La temperatura media globale a settembre è stata di 1,75 gradi F – 0,97 gradi C – al di sopra della media del XX secolo di 59,0 gradi F (15,0 gradi C).

Ciò supera le temperature globali medie sia di settembre 2015 che del 2016 di 0,04 di grado F (0,02 di grado C), che in precedenza erano al primo posto come mese di settembre più caldo mai registrato

I 10 settembre più caldi si sono verificati tutti dal 2005, con i sette settembre più caldi negli ultimi sette anni.

Le ondate di calore della Siberia sono la prova inconfutabile dell’ emergenza climatica

La temperatura globale media da inizio anno (YTD) è stata la seconda più calda mai registrata a 1,84 gradi F (1,02 gradi C) sopra la media del 20 ° secolo. Questo è solo 0,07  F (0,04 C) in meno del record stabilito per lo stesso YTD nel 2016.

La temperatura da inizio anno dell’emisfero settentrionale si è attestata al 2016 come la più calda mai registrata, mentre l’emisfero meridionale ha visto il suo quarto anno più caldo.

Secondo un’analisi statistica condotta dagli scienziati dell’NCEI, il 2020 si collocherà molto probabilmente tra i tre anni più caldi mai registrati.


Dal punto di vista climatico è stato un anno di molti record: Europa, Asia e Golfo del Messico hanno segnato il periodo più caldo mai registrato da gennaio a settembre; Il Sud America e la regione dei Caraibi hanno avuto il secondo più alto.

Articolo precedenteMobilità, dal Minambiente 20 milioni di euro per gli spostamenti casa-scuola
Articolo successivoNucleare, il Giappone è pronto a scaricare in mare le acque radioattive di Fukushima